Scegliere un buon fondo di investimento per il proprio denaro

I fondi comuni di investimento sono una delle strategie più utilizzate del momento. I fondi comuni hanno la caratteristica di proteggere da brutte sorprese grazie alla divisione sia degli utili che delle perdite. D’altro canto, proprio la divisione degli utili, non garantisce rendite eccezionali.

Se non vogliamo rischiare troppo però, il fondo comune, rimane una delle migliori scelte proprio per la sua sicurezza.

I costi di ingresso sono spesso anche molto bassi, con poche centinaia di euro possiamo partecipare all’acquisto dei vari pacchetti, venendo ovviamente pagati di conseguenza in caso di utile.

Un neo dei fondi di investimento è quello della gestione; la gestione del fondo infatti viene retribuita attraverso una percentuale prelevata direttamente dal portafoglio del fondo.

Di conseguenza, quando uno di questi va male, spesso la colpa non è solo delle fluttuazioni della borsa ma anche del costo di gestione che va a ridurre il rendimento del fondo, portandolo anche ad indici negativi.

Padroneggiare questi strumenti non è facile e investire in un fondo non è mai una certezza di rendita.

Questo perché il mondo della borsa è spesso imprevedibile e anche quello che può apparire come il cavallo su cui scommettere può rivelarsi qualcosa d’altro. Fatto sta che i migliori fondi di investimento sono quelli che offrono una maggiore diversificazione.

Fondi formati prevalentemente da azioni e obbligazioni diventano scommesse pericolose visto il loro alto livello di rischio e la possibilità di perdere denaro, soprattutto quando questi si concentrano su pochi titoli.

La scelta più cauta e redditizia nel mondo dei fondi è quella di muoversi nella direzione di fondi azionari globali, fondi flessibili e fondi bilanciati.

L’elemento fondamentale è individuare i fondi dove viene lasciata mano libera al gestore. Il problema più comunque dei fondi di investimento è infatti una gestione limitata che finisce per legare le mani al professionista che li gestisce; un fondo più libero, che dà la possibilità al gestore di fare davvero il suo lavoro, permetterà, se le cose vanno bene, di ottenere realmente un guadagno senza rimanere impantanati in acquisti che oscillano sempre sulle stesse percentuali di crescita e decrescita.

La scelta dei fondi comuni di investimento è una scelta che alleggerisce il peso della gestione e permette anche con piccole cifre di entrare a far parte del mondo della borsa. Questo però, non va mai dimenticato, accade a scapito degli interessi, con il capitale che si ritrova costantemente eroso dai costi di gestione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here