Clamoroso! Cicciolina fa causa a Google! Ecco il motivo

La pornostar ungherese sostiene di non essere la protagonista delle celebri scene hard girate con un cavallo. Da qui la denuncia verso Google.

Cicciolina fa causa a Google

A partire dagli anni ’80, la pornostar ungherese Ilona Staller, in arte Cicciolina, è stata tra le pornoattrici più famose. Conosciuta anche oltre i confini della cinematografia per adulti, ha condiviso con Moana Pozzi lo scettro di regina del porno. Ancora oggi i suoi film sono tra i più ricercati in Rete. Ora la notizia esplode come una bomba tra gli appassionati del genere. Le celebri scene in cui Cicciolina fa sesso con un cavallo non sono state in realtà girate dalla pornoattrice ungherese. Per questo ha deciso di denunciare Google chiedendo che tutti i video e i riferimenti alle scene di sesso con il cavallo vengano rimossi.

SOLO UNO SCAMBIO DI PERSONA

Le famose scene di zoofilia sono inserite nel celebre film di Riccardo Schicchi, “Cicciolina Number one”, girato nel 1986. Ma a fare sesso con il cavallo, secondo quanto dichiarato da Cicciolina, sarebbero stata un’altra attrice presente sul set. Si tratterebbe dunque di un banale scambio di persona. Inoltre la zoofilia non rientrerebbe tra le pratiche sessuali gradite alla pornodiva.

ORA L’AZIONE LEGALE CONTRO GOOGLE E LA RICHIESTA DI UN MAXIRISARCIMENTO

Per anni Cicciolina, grazie al suo carattere forte, ha sopportato che il suo nome fosse accostato alle famose scene di sesso con il cavallo, ma adesso ha deciso di partire all’attacco. Tramite il suo avvocato Luca Di Carlo ha diffidato Google affinché provveda a rimuovere dal web tutti i i video che la vedrebbero protagonista delle scene incriminate, ma anche ogni riferimento accostabile alle suddette scene. Inoltre la pornodiva è pronta a richiedere un maxirisarcimento per i danni morali subiti: si parla di circa 70 milioni di euro più le spese legali relative al procedimento giudiziario.

Intanto si parla sempre di più della presenza di Cicciolina tra i concorrenti dell’edizione 2017 dell’Isola dei famosi. Che si tratti (anche) di un’abile mossa pubblicitaria?