Quanto conta la lunghezza del pene nel 2017?

Le dimensioni del pene sono un pallino fisso di gran parte degli Italiani, da sempre attenti a tutto ciò che riguarda il sesso, l’estetica e il piacere. Sarà capitato sicuramente anche a voi, almeno una volta nella vita, di guardarvi allo specchio e chiedervi se il vostro pene fosse esteticamente piacevole, in forma e quindi in grado di stuzzicare mente e corpo della donna dei vostri sogni nella maniera giusta. Sempre più persone, vuoi per la quantità di materiale esplicito alla portata di tutti, vuoi per una scarsa educazione sessuale ricevuta in tenera età, soffrono di problemi di autostima percependo il proprio pene come piccolo o non in grado di soddisfare le esigenze dell’altro sesso.
Secondo le testimonianze raccolte su forum femminili le dimensioni del pene contano più di quanto il sentire comune ci abbia portato a pensare.
Il 77% delle donne intervistate afferma che le dimensioni extra-large possono garantire un godimento spropositato a fronte di un 23% che preferisce un partner abile e disinvolto piuttosto che particolarmente dotato. Tuttavia la questione è più complicata di come si pensi perché I fattori in gioco sono molti e possono essere schematizzati in: come mi percepisco, come penso di essere percepito e come mi percepiscono realmente gli altri.
Stando a fonti statistiche su un campione rappresentativo pare che la lunghezza normale del pene in erezione si aggiri intorno ai 12,77 cm con picchi di 15,5cm. Per la circonferenza del pene in erezione invece siamo intorno ai 13,05cm. Dati alla mano sono comunque molte le persone che soffrono di problemi di autostima e cercano dei rimedi per aumentare lunghezza e circonferenza del proprio pene. Tutto ciò potrebbe portare sicuramente dei benefici fisici ma soprattutto anche mentali e psicologici aiutandoli a trovarsi bene con se stessi e a ottenere la piena fiducia verso le proprie capacità.
Per questo motivo sono sempre di più gli uomini che, seppur normodotati, si rivolgono ad andrologi e psicosessuologi per curare il disagio dovuto all’impressione di non essere realmente all’altezza. Infatti il più delle volte questa percezione distorta delle proprie dimensioni porta l’uomo ad essere impacciato sotto le lenzuola e a non sentirsi in pace con il proprio corpo. E’ bene chiarire che prima di sottoporsi a visite specialistiche e ad eventuali interventi di chirurgia estetica è buona prassi informarsi e capire se il bisogno di un intervento col bisturi sia realmente necessario. Per questo motivo, se si prova vergogna o timidezza, si possono consultare siti internet su come allungare il pene e scoprire degli esercizi e tecniche molto semplici ed efficaci per ottenere dei risultati comodamente da casa propria e senza dover affrontare l’imbarazzo di parlarne con altre persone.
Ad ogni modo le innumerevoli discussioni intorno alle dimensioni del pene possono esaurirsi, tranne che in casi veramente importanti, intorno alla sfera psicologica sia di lui che di lei.
Il pene è da sempre associato alla virilità e non sentirsi pronti e in grado di soddisfare la propria partner può portare in superficie problemi realmente inesistenti. Inoltre il canale vaginale, nel momento di massima eccitazione, raggiunge I 14 cm e, nel caso di peni eccessivamente grossi, potrebbe non essere in grado di accogliere lo strumento del piacere maschile senza causare dolore alla donna. Per concludere, qualora le vostre dimensioni siano veramente e visibilmente ridotte, consigliamo d armarsi di coraggio e visitare un andrologo per trovare una soluzione profittevole. Per I più timidi rimangono I macchinari “fai da te” che garantiscono comunque risultati importanti e sicuri in tempi relativamente brevi.