Bambini nati senza braccia e gambe: mistero in Francia

Bambini nati senza braccia e gambe

Bambini nati senza braccia e gambe: sono questi i risultati diffusi dall’agenzia per la sanità pubblica francese. Gli esperti hanno pubblicato rapporti riguardanti casi di nascite di bambini senza mani o senza braccia in due regioni. Nonostante gli studi condotti, al momento ancora non è chiara la causa all’origine di queste terribili malformazioni.

Bambini nati senza braccia e gambe

I casi di bambini nati senza braccia e gambe si sono verificati tra il 2009 e il 2017 nelle regioni rurali della Lora atlantica, nelle vicinanze della città di Nantes e in Bretagna. Altri sette bambini hanno presentato le stesse malformazioni a Druillat, un paese al confine con la Svizzera.

Bambini nati senza braccia e gambe: il rapporto degli esperti

Nel rapporto pubblicato dall’autorità francese, in ogni caso si escludono cause di natura genetica o cromosomica che possano spiegare le malformazioni. In questo senso così ha precisato il dottor Bertrand Gagnière, epidemiologo:

Sappiamo che è inutile lanciare studi in assenza di ipotesi. La letteratura scientifica mostra che la loro capacità di identificare una causa è inferiore all’1%”.

L’agenzia di sanità pubblica, dopo un’analisi statistica, riconoscendo un eccesso di casi, ha avviato delle indagini. In particolare gli esperti hanno chiesto alle madri dei bambini se avessero assunto droga o alcolici durante la gravidanza. Ricevuta una risposta negativa da parte delle madri, hanno deciso di sospendere le indagini.

L’ipotesi di di alcuni scienziati

Tuttavia secondo alcuni scienziati queste malformazioni potrebbero derivare dalla contaminazione dell’ambiente con i pesticidi. In ogni caso non è possibile rintracciare un rapporto di causa ed effetto tra ambiente e agenesia, in quanto i casi presi in esame non costituiscono un numero sufficiente per rappresentare un campione valido. L’agenesia è una malformazione molto specifica, che si verifica durante lo sviluppo del feto, tra il 24esimo e il 56esimo giorno dal concepimento. Può essere dovuta a cause genetiche, farmacologiche o meccaniche.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!