Il dramma di Antonella Mosetti: ‘Mia figlia Asia distrutta dalla chirurgia plastica…

Antonella e Asia

Antonella Mosetti e sua figlia Asia Nuccetelli parteciparono insieme al Grande Fratello vip, nella sua prima edizione e poi la figlia si è vista più di rado. Ecco il motivo

Asia Nuccetelli, la figlia di Antonella Mosetti si è allontanata dal mondo dello spettacolo per un po’. Il motivo? Pare che la ragazza abbia risentito un po’ della pressione dei media circa i suoi interventi di chirurgia plastica.

Antonella, la verità su Asia

La bella Antonella Mosetti e sue figlia Asia Nuccetelli hanno partecipato insieme alla prima edizione di uno dei programmi Mediaset più fortunati, Il Grande fratello vip. Dopo l’uscita dalla casa di Cinecittà e alcune comparsate come opinionista nei programmi di Barbara D’Urso, Asia si è ritirata dai riflettori.

Alcune settimane fa hanno parlato la showgirl laziale Antonella Mosetti, madre della diretta interessata. Nel contenitore di Barbara D’Urso ‘Domenica live’, l’ex ragazza di ‘Non è la Rai’ ha affermato che la figlia non vuole mostrarsi più in tv dopo i vari attacchi ricevuti per via dei tanti ritocchini che hanno cambiato molto il suo viso:

“Per i suoi ritocchini estetici, che non ha mai nascosto, mia figlia è stata distrutta psicologicamente. Tanto che non vuole fare più televisione”,

Antonella Mosetti contro gli haters

Purtroppo sui social e non solo, gli haters sono tantissimi e non esitano a sputare veleno su chi magari modifica parte de suo corpo che non accetta. Asia Nuccetelli vive lontano dai riflettori, continuando a lottare contro la chirurgia estetica.

Stando a quanto dichiarato da Antonella Mosetti nel contenitore di Barbara D’Urso, Pomeriggio cinque, ha parato di Asia e degli interventi che hanno completamente rovinato la vita della figlia.

Nonostante e critiche, per fortuna Asia non si abbatte e continua a postare foto di sé sui social. Mentre la madre Antonella riceve spesso delle critiche feroci dagli haters per le foto e i video particolari che posta su Instagram. I social purtroppo sono anche questo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!