Dna, medicina di precisione: una super banca per sconfiggere le malattie

Dna, una super banca relativa al genoma di 500mila persone. La UK biobank1 segna un passo in avanti per la medicina di precisione. L’Università di Oxford mette questo immenso archivio dati a disposizione della ricerca biomedica di tutto il mondo.

Il risultato pubblicato in due articoli sulla rivista Nature fa sì che l’enorme massa di informazioni potrà essere utilizzata in campo biomedico. Il genetista Giuseppe Novelli, rettore dell’università Roma Tor Vergata, commenta:

“E’ un lavoro molto importante, la prima grande risorsa sanitaria nazionale e internazionale basata sulle conoscenze genetiche specifiche delle persone, in rapporto alle loro caratteristiche e malattie”

Ed ancora:

“sono stati generati dei dati importantissimi che permetteranno di stratificare la popolazione e individuare le fasce più a rischio di ammalarsi di diabete, demenze, infarto, ictus o Parkinson. Tutte patologie che colpiscono milioni di persone nel mondo e su cui non c’è modo oggi di fare uno screening efficace a livello mondiale”

Medicina di precisione: cos’è

La medicina di precisione ha quale obiettivo di ottenere dei trattamenti su misura di ogni singolo paziente. Ciò permette di avere a disposizione dei farmaci mirati verso determinate patologie che hanno componenti genetiche precise. Ci riferiamo ai tumori, verso cui oggi sono disponibili farmaci oncologici diretti contro target molecolari specifici.

In particolare i tumori che possono essere trattati con queste nuove metodiche sono alcuni tipi di cancro al seno, il melanoma, il tumore al polmone e quello al colon-retto. Nei prossimi anni grazie a questi progressi della ricerca medica si avranno sempre più farmaci a disposizione per la cura di malattie difficili da trattare.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!