Nadia Toffa, le cure non hanno sconfitto il tumore: ‘Non temo la morte…

Nadia Toffa

Nadia Toffa è di interesse pubblico. La bella conduttrice ha rilasciato un’intervista in cui ha raccontato quello che pensa della morte e della sua malattia

Nadia Toffa, una delle conduttrici del programma televisivo di canale 5 “Le iene” continua a lottare contro il tumore. Lo scorso dicembre, infatti, Nadia è stata operata d’urgenza all’ospedale San Raffaele di Milano per un malore.

La Iena e il malore

La conduttrice delle “Iene”, Nadia Toffa, mentre si trovava in un albergo a Trieste per dei servizi televisivi, ha perso completamente conoscenza ed è stata trasportata in ospedale di Milano dove le condizioni sono apparse subito gravi. Fortunatamente le cose per Nadia Toffa sono andate per il verso giusto e le sue condizioni sono migliorati nei giorni successi.

In una intervista di febbraio, la Toffa fece chiarezza sul malore che l’aveva colpita a Trieste dichiarando di avere un tumore e che grazie all’operazione era stato eliminato completamente.

Il tumore è tornato

Tuttavia, lo scorso marzo il tumore è “ritornato” ed oggi Nadia Toffa continua a combattere contro questo male. La forte conduttrice delle “Iene” si lascia in una commovente intervista “Uno, nessuno e 100mila” in cui ha parlato della sua battaglia contro il tumore e con determinazione ha precisato:

«Non devo andare da nessuna parte a cercare la felicità, ce l’ho qui, ora. La felicità è l’hic et nunc. Vivo ora, perché sono viva. La vita è stramba, ci stupisce sempre, ma anche con i lieti fine però. Ci sono persone che guariscono, persone che imparano dal dolore, dalla morte, a non averne paura. Io non ho più paura di morire”.

Inoltre, ha voluto mettere a tacere le polemiche riguardanti la pubblicazione del suo libro “Fiorire D’Inverno”:

“Non ho mai detto che il cancro è un dono ma che io ho provato a trasformarlo in un dono. Ho ricevuto critiche e tanto affetto. Affetto dalle persone che sono vicine a una persona malata, che sono state malate, da chi ha perso un familiare per un tumore, cioè da chi conosce, perché è ovvio, che è difficile mettersi nei panni di, se non lo hai provato sulla tua pelle. Alle persone che mi criticano rispondo con battute, e quando gli rispondi stanno zitti, si ritirano.

Infine, Nadia ha sottolineato che gli insulti possono solo renderla più forte:

Le critiche? Riesco a trasformarle in forza ulteriore.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!