Flavia Vento la verità sulla notte di passione con Totti: ‘Mi volevano menare…

Flavia Vento ha voluto dire la sua su un gossip di circa 13 anni fa. Si tratta di un inciucio che poteva mettere in crisi le sorti del matrimonio di Francesco Totti e Ilary Blasi

Flavia Vento ha evitato di dire la sua sulla storia della tresca con Francesco Totti per evitare di mettere altra legna a cuocere. L’ex capitano della Roma secondo la showgirl avrebbe solo peccato di ingenuità.

Flavia Vento, la verità sul tradimento con Totti

Flavia Vento in una vecchia intervista ha rivelato la verità sul flirt tra Francesco Totti, a pochi giorni dal matrimonio con Ilary Blasi e dalla nascita del primogenito della coppia. Flavia non esitò a definire il calciatore uno stupido:

<<dare i soldi a Corona per non far pubblicare una seconda intervista… Poteva telefonarmi».

Francesco però ha sempre negato di essere a conoscenza del ricatto dell’ex paparazzo. Se però il fratello del calciatore, che era in trattativa con Corona avesse chiamato la showgirl, lei rivela quanto gli avrebbe detto:

«Che non avevo dato nessuna seconda intervista. Anzi, io volevo fermare pure la prima…».

La prima è quella, nel maggio 2015, in cui raccontava la serata d’amore a casa sua, all’Eur, con il campione della Roma.

Corona convince Flavia a pubblicare l’intervista

Secondo quanto rivelato dalla showgirl in un’intervista al Sole 24 ore, è stato proprio l’ex paparazzo a convincerla e a rendere pubblica la cosa:

«Corona mi spingeva: “Dai, racconta questa storia che ti è successa!”».

Flavia non riuscì a dirgli di no, in fondo era un’esclusiva:

«Era uno scoop. E tutta Roma lo sapeva. Poi ho telefonato al direttore di Gente e gli ho detto di non pubblicare. Ma lui ha pubblicato».

Ma quindi quello che raccontò era vero? La Vento poco dopo ritrattò, ma lei spiega così il motivo del suo ‘passo indietro’:

«Soprattutto per Ilary. Seppi che era incinta. Dopo la pubblicazione, poi, Lele Mora e Corona mi dissero: “Non devi parlare più di Totti perché i tifosi della Roma ti vogliono menare”».

Il collaboratore di Totti, Vito Scala, ha raccontato ai magistrati che diede 50.000 euro a Corona in cambio del blocco della seconda intervista.

Flavia Vento su questo punto si esprime così:

«Non c’era nessuna seconda intervista! Non so nulla dei ricatti di Corona».

Scala consegnò ai giudici un foglio sulla quale c’era la firma della showgirl che ammetteva che era tutto un bluff e che non era vero nulla.Ma su questo Flavia sentenzia:

«Quella firma è falsa».

Le accuse di estorsione sono arrivate anche a lei:

«Non ho preso una lira da Corona e non vedo l’ora di andare a Potenza. Mi aspetto le scuse e il risarcimento».

Tutto il pasticcio è nato dalle sue dichiarazioni:

«Ho fatto una cavolata! Io sono una ragazza di buona famiglia, mio padre ha un sacco di soldi. Mica ho bisogno di Totti!».

Fonte: Corriere della Sera

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!