Uova fresche ritirate per rischio salmonella: i lotti interessati

Uova ritiro causa salmonella

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro immediato dai supermercati di una serie di lotti di uova fresche da allevamento in batteria. Il provvedimento è stato preso a causa di un rischio microbiologico dovuto alla possibile presenza della Salmonella Enteriditis.

Uova fresche ritirate: i lotti interessati

Il richiamo interessa due marchi diversi di uova che riguardano la stessa azienda agricola produttrice, la Avicola Sagittario di Galante & C. e lo stesso stabilimento di Bugnara, in provincia dell’Aquila. Nel primo avviso il richiamo interessa i lotti numero 08111, 1211, 1511 e 1911 del prodotto a marchio “Galantuomo” che vengono venduti in confezioni da 6 uova o sfuse in tris da 30 uova e 20 uova.

Le scadenze sono riportate all’8, 12, 15 e 19 novembre del 2018. Il secondo avviso di richiamo invece ha ad oggetto i lotti numero 151118/3, 171118/3 e 191118/3 del prodotto a marchio Avicola Sagittario venduto sfuso in tris da 30 uova ciascuno. Queste le scadenze: 15, 17 e 19 novembre 2018. Il terzo avviso di richiamo riguarda i lotti di uova numero 081118/3, 111118/3 e 131118/3 venduti sempre a marchio Avicola Sagittario, sfuse in tris da 30 uova. Queste le scadenze: 8, 11 e 13 novembre 2018.

Cosa fare in caso di acquisto del prodotto interessato dal richiamo

Nel caso di acquisto del prodotto rientrante tra quelli segnalati, i consumatori sono invitati a riportarlo nei punti vendita presso cui l’hanno comprato, al fine di ottenere un rimborso.

Salmonella: infezione comune

La salmonellosi è una infezione che si trasmette  attraverso l’ingestione di alimenti contaminati da questo batterio. Le salmonelle risultano causa soprattutto delle infezioni gastrointestinali. I veicoli di questa tossinfezione alimentare sono rappresentati dagli animali e dai loro derivati, ad esempio dal latte non pastorizzato oppure uova e carne consumati crudi. I sintomi generalmente si manifestano entro 6-72 ore dal contagio con vomito, diarrea, nausea e dolori addominali. Nella maggior parte dei casi l’infezione si risolve spontaneamente.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!