Alfonso Signorini: ‘Monte omofobo? Si è salvato in zona Cesarini, ma…

Alfonso Signorini ha fatto delle nuove dichiarazioni sulle accuse di omofobia e razzismo rivolte a Francesco Monte. L’opinionista ha spiegato perché l’argomento è stato chiuso così velocemente.

Grande Fratello Vip, le dichiarazioni di Francesco Monte che hanno indignato il web

Francesco Monte si è infastidito dopo un bacio che Giulia Salemi ha dato per gioco a Martina Hamdy. Nella notte con i microfoni abbassati l’ex tronista ha usato espressioni molto forti, dicendo di essere chiuso su certe cose e di non accettare un bacio con la lingua tra due donne. Oltre a non condividere, Monte ha usato la parola “schifo” e poi ha fatto una distinzione tra la mentalità del nord e quella del sud. Secondo lui al nord si è più aperti per certe cose, al sud invece no.

Grande Fratello Vip, bufera social su Francesco Monte

Le dichiarazioni di Francesco Monte hanno indignato gli utenti social che si aspettavano qualche provvedimento da parte del Grande Fratello Vip, come era stato per Giulia De Lellis l’anno scorso o in altre occasioni. Così non è stato. Se per la De Lellis era stato fatto un “processo” mediatico e Alfonso Signorini si era scagliato ferocemente contro di lei per aver detto che non beveva dallo stesso bicchiere di un gay, per Francesco Monte non c’è stato nessun dibattito, ma qualche domanda veloce a fine puntata.

Alfonso Signorini torna sull’argomento Francesco Monte

Durante Casa Signorini, l’opinionista è tornato sull’argomento esprimendo la sua opinione. Secondo lui il discorso di Giulia De Lellis era chiaramente omofobo e ignorante, quello di Francesco Monte diverso:

Quando gli ho chiesto, lui intelligentemente ha fatto marcia indietro e ha detto che gli fa schifo un bacio tra due donne se non c’è sentimento, quindi si è salvato in zona cesarini.

Un altro discorso è invece la distinzione fatta dal pugliese tra nord e sud. Alfonso Signorini ha dichiarato:

Ecco, invece il discorso tra nord e sud…quello è razzismo secondo me.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!