Amazon lancia il suo lettore di carte di credito

Secondo alcune voci di corridoio, pare che Amazon, che con i suoi 237 milioni di utenti attivi rivaleggia con concorrenti del calibro di Apple, sia in procinto di entrare nel mondo dei pagamenti in mobilità, lanciando un nuovo lettore di carte di credito, in modo da poter competere con con i sistemi di gestione dei pagamenti liquidi quali PayPal Here e Square.

 

La soffiata di 9to5mac.com

L’indiscrezione arriva dal sito di tecnologia 9to5mac.com, che afferma di aver ottenuto alcuni documenti interni di Staples (retailer di prodotti per ufficio), che farebbero riferimento ad un “Amazon Card Reader“.

Il rapporto indica che il lettore sarà in vendita negli Stati Uniti a partire dal 12 agosto al costo di 9 dollari e 99 (corrispondenti a poco meno di 6 sterline e a circa 8 euro).

 

Amazon Card Reader dopo Amazon wallet

Era solo questione di tempo prima che la compagnia creasse un proprio lettore di carte di credito, considerato che di recente è stato lanciato il nuovo “Amazon wallet“, applicazione per Android disponibile sia attraverso l’Amazon Appstore che tramite il Google Play store, che permette agli utenti di archiviare e organizzare le proprie gift o fidelity cards.

Il lettore, dunque, servirà ai commercianti come soluzione PoS per permettere di accettare pagamenti dai tablet Kindle fire, commercializzati dalla stessa Amazon, o dagli smartphone Android e iOS dei loro clienti, grazie ai dati delle carte di credito conservati nell’app Amazon Wallet.

 

Mobile payments come area strategica

Il desiderio di Amazon di creare un sistema di pagamenti di questo tipo, in realtà, non è poi così recente; già qualche mese fa, infatti, il Wall Street Journal affermò che l’azienda stava lavorando ad una soluzione di pagamenti basata sui Kindle.

Altre fonti, peraltro, affermano che gli sviluppatori di Amazon si starebbero dedicando  anche a prodotti dedicati alla telefonia mobile, che includono l’uso di dati biometrici come le impronte digitali, il che dà l’ennesima conferma del fatto che il leader dell’e-commerce si stia impegnando molto per arrivare a primeggiare anche nel settore dei pagamenti in mobilità.

 

Dagli States all’Europa?

Non è chiaro se il sistema di pagamenti e il lettore di carte di credito verranno lanciati anche in Europa (cosa che permetterebbe di competere con la compagnia svedese iZettle); un portavoce dell’azienda ha rifiutato di commentare la notizia con un lapidario: “Noi non commentiamo voci e speculazioni”.

 

Intanto, non ci resta che aspettare un paio di settimane, per scoprire se la notizia sia un semplice rumour oppure no.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!