Tumore al polmone: scoperto vaccino efficace

Tumori nuove cure

Un vaccino cubano potrebbe dare nuova speranza per quanto riguarda il trattamento del tumore ai polmoni. Il nuovo vaccino terapeutico che si chiama CIMAvax-EGF, è stato testato su 5mila malati dai ricecatori del Centro d’Immunologia Molecolare (CIM). Nello specifico è stato sperimentato contro il tumore del polmone avanzato con cellule non piccole, una delle tipologie più aggressive e letali di questo organo.

Vaccino contro il tumore ai pomoni: come funziona

Il vaccino sarebbe riuscito a fermare la progressione di questo tipo di tumore. In particolare i pazienti hanno ottenuto due risultati sorprendenti: è aumentata la sopravvivenza ed è anche migliorata la qualità della vita. Questo perché il farmaco non presenta gi effetti collaterali che derivano dalla radio e dalla chemioterapia, le terapie maggiormente utilizzate per la cura dei tumori.

Va detto che questo vaccino di per sè non cura direttamente il tumore, ma è in grado di prolungare sia la sopravvivenza che la qualità di vita dei pazienti che ne sono affetti. Il vaccino Cimavax-efg ha ottenuto la registrazione a Cuba nel 2008 da parte del Centro per il Controllo Statale dei Medicinali, gli Strumenti e i Dispositivi Medici (CECMED). Recentemente è stato riconosciuto anche dalle agenzie del farmaco Argentina, Colombia, Paraguay, Perù, Bosnia-Erzegovina e Kazakistan.

Vaccino contro il tumore ai polmoni: quando è indicato

Il vaccino si utilizza nelle tappe III e IV del cancro ai polmoni, quando lo stato di salute dei pazienti risulta particolarmente debilitato. Tania Crombet Ramos, ricercatrice di questa istituzione che appartiene al Gruppo di Imprese BioCubaFarma, ha spiegato alla stampa cubana che il vaccino si somministra per via intramuscolare. Il suo suo alto livello di sicurezza facilita l’uso a un livello d’attenzione primaria di salute. Inoltre si tratta del primo farmaco cubano che può essere testato clinicamente anche negli Stati Uniti per la lotta a questo tipo di tumore.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!