Giulia Bongiorno umilia Laura Boldrini: ‘Mi chiami Ministro, non Ministra….

Boldrini Bongiorno

Giulia Bongiorno non ha usato mezzo termini per asfaltare Laura Boldrini e il suo vezzo. Ecco cosa ha detto nella sua ultima intervista

La senatrice della Repubblica Italiana, Giulia Bongiorno, è nota nel nostro paese soprattutto per la sua attività forense. Nel corso della sua carriera sono molti i processi che hanno avuto grande risonanza mediatica: all’età di 27 anni, infatti, la Bongiorno assunse la difesa del leader democristiano Giulio Andreotti nel processo per mafia insieme a Franco Coppi e Gioacchino Sbacchi.

Bongiorno umilia la Boldrini

Il ministro della pubblica amministrazione inoltre ha difeso molti personaggi di spicco nel mondo dello spettacolo come Gianna Nannini, Ezio Greggio, Tiziano Ferro. Nel 2007, insieme a Michele Hunziker ha creato la fondazione “Doppia Difesa-Onlus” con lo scopo di spingere l’opinione pubblica a focalizzarsi sulle discriminazioni, abusi, le violenze contro le donne.

Tale fondazione inoltre si pone l’obiettivo di aiutare le donne che sono vittime di tali abusi. La Bongiorno ha sottolineato durante l’intervista che i vezzi lanciati all’ex presidente della Camera Laura Boldrini non le piace assolutamente.

L’asfaltamento della Boldrini

La Bongiorno, nell’intervista su SkyTg24 condotto da Maria Latella mandata in onda ieri sera, ha subito attirato l’attenzione del pubblico a casa non appena la conduttrice del programma ha salutato l’ospite del giorno.

Non appena è entrata la senatrice, Maria Latella l’ha salutata in questo modo:

“Benvenuta alla ministra della pubblica amministrazione”.

Alla Bongiorno proprio non le è piaciuto la presentazione della conduttrice di SkyTg24 che subito corregge Latella:

“No, non sono ministro”.

La Bongiorno subito aggiunge:

“Essendo avvocato nella professione, credo che i ruoli non vadano al maschile o al femminile. Quindi ministro.”