Marco Carta parla dei suoi colleghi cantanti dopo il coming out

Marco Carta
Marco Carta in ospedale

Marco Carta torna a parlare della sua omosessualità e dei suoi colleghi cantanti in un’intervista rilasciata a TGCom 24.

Marco Carta confessa: ‘Sono gay e ho un fidanzato’

Due settimane fa a Domenica Live, Marco Carta ha deciso di raccontarsi e di svelare la sua omosessualità. Davanti a Barbara D’Urso, il cantante vincitore di Amici, ha spiegato che dopo una lunga riflessione ha capito che la cosa giusta da fare era quella di dire la verità. Marco Carta ha confessato di essere gay, di avere un fidanzato che non appartiene al mondo dello spettacolo e di aver raggiunto una sicurezza e consapevolezza che lo portano a desiderare la libertà. Ovviamente ha messo in conto il fatto di essere criticato e, infatti, sui social sono arrivati commenti di ogni genere.

Marco Carta a TGCom 24: ‘I miei colleghi cantanti? Non mi ha scritto nessuno’

Marco nell’intervista per TGCom24 ha detto di aver ricevuto pesanti critiche, quelle più dure proprio dal mondo gay che gli rimproverano di essersi nascosto e di non aver fatto questo coming out prima. Comunque, ci sono state anche molte persone che gli hanno espresso la loro stima e la loro vicinanza. La nota dolente è arrivata quando si è parlato dei suoi colleghi cantanti. Lui ha ammesso:

Se questo può servire ai miei colleghi? Non lo so, ma adesso che ci penso non mi ha scritto nessuno di loro.

Secondo lui c’è ancora molta paura del pregiudizio, dei giudizi e delle critiche nell’ambiente musicale e per questo molti non si dichiarano.

Marco Carta a favore di matrimonio e adozione gay

Il cantante, cresciuto orfano di entrambi i genitori, ha dichiarato che secondo la sua esperienza personale avrebbe vissuto meglio con due mamme o due papà che senza nemmeno un genitore. I suoi zii l’hanno adottato, è vero, ma lui si dice a favore sia del matrimonio che delle adozioni gay.