Enrico Silvestrin in lacrime a Mattino Cinque

Enrico Silvestrin è stato ospite a Mattino Cinque. Il VJ non è riuscito a trattenere le lacrime riguardando il suo percorso al Grande Fratello Vip.

Enrico Silvestrin, il suo percorso al Grande Fratello Vip

Ospite nello studio di Mattino Cinque, Enrico Silvestrin ha parlato del suo percorso all’interno della Casa del Grande Fratello Vip. Inizialmente si è concentrato sul replicare alle polemiche che erano sorte, soprattutto per il suo attacco a Valerio Merola. In questo caso però l’ex VJ ha ribadito la sua posizione.

Poi i toni sono cambiati e Federica Panicucci ha mostrato all’ex gieffino i momenti più commoventi del suo percorso all’interno del reality. Alcuni di questi sono stati il racconto della perdita della madre, il suo rapporto con la compagna Federica e le difficoltà economiche.

Enrico Silvestrin: ‘Non mi aspettavo che le persone mi potessero voler bene ancora’

Enrico Silvestrin ha parlato di quello che ha trovato fuori una volta uscito dal reality:

Devo essere sincero, non mi aspettavo tanto affetto nei miei confronti. Ci sono anche quelli che mi criticano ma, davvero, c’è stata un’onda di affetto che mi ha commosso.

Il Vj ha raccontato poco dopo del suo momento difficile in cui non ha più lavorato e nessuno lo cercava più. Per sua stessa ammissione ha dovuto vivere con i soldi del salvadanaio.

Le lacrime di Enrico Silvestrin sulla madre e la compagna Federica

Federica Panicucci ha mostrato il video del racconto di Enrico sulla madre. Un racconto molto toccante che ha commosso tutti i presenti in studio. La mamma è venuta a mancare poche settimane prima della nascita del figlio di Silvestrin. Quest’ultimo è stato con lei fino all’ultimo e il rendersi conto di non vedere più sua mamma per lui è stato devastante. Anche parlando della sua compagna, l’attore si è commosso perché Federica gli è stata accanto nei momenti più brutti della sua vita e non vorrebbe mai perderla. Infine, Enrico Silvestrin ha espresso la sua sorpresa per l’ospitata:

Vi ringrazio perché pensavo di venire qua per difendermi da accuse e quant’altro, invece è stato come sfogliare l’album dei ricordi e questo mi ha fatto molto piacere.