Marchesa Del Secco D’Aragona, verità choc: ‘Ho le prove, Patrizia De Blanck non è un contessa’

Marchesa Del Secco

L’ex gieffina rilascia una lunga intervista al settimanale ‘Chi’

Dopo essere uscita dalla Casa del Grande Fratello Vip 3, la Marchesa Del Secco D’Aragona si è dovuta difendere con le unghie e con i denti contro i suoi detrattori. Il motivo? Perché in tanti l’hanno accusata di non essere una nobile e di aversi appropriato il titolo di Marchesa ingiustamente.

Dopo l’accesa intervista rilasciata a Domenica Live di Barbara D’Urso, l’ex gieffina ne ha fatte altre più clamorose ad un noto settimanale. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa ha rivelato.

Marchesa D’Aragona e le accuse ai suoi detrattori

Intervistata da ‘Chi’, il settimanale di gossip diretto da Alfonso Signorini, la Marchesa Del Secco D’Aragona ha speso delle belle parole per Barbara D’Urso. Quest’ultima, infatti, è stata una delle poche che ha preso le difese di Daniela quando era all’interno della casa del Grande Fratello Vip 3. Mentre a tutti coloro che l’hanno attaccata per via del suo presunto titolo nobiliare, l’ex gieffina ha affermato che non riserverà sconti.

“I miei legali hanno già iniziato il loro lavoro” ha dichiarato la Marchesa “A me quanto detto in mia assenza non tange relativamente, ma non posso accettare che due persone della mia famiglia si siano sentite male per quello che hanno dovuto sentire”,

ha dichiarato la donna.

Marchesa D’Aragona e la confessione su Patrizia De Blanck

La Marchesa D’Aragona, inoltre, ha fatto delle pesanti accuse ad una donna che frequenta spesso i salotti televisivi. Stiamo parlando di Patrizia De Blank. L’ex gieffina, ha affermato questo:

“Patrizia De Blanck farebbe meglio a tacere. Visto che lei non è nobile. La nonna era contessa, non lei, e il titolo non è trasferibile”.

Infine ha speso due parole anche per Walter Nudo e il rapporto instaurato con lui all’interno della casa di Cinecittà. La Marchesa ha ribadito che non è il suo tipo e che tra loro c’era solo un’intesa spirituale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!