‘Danni permanenti…’: Michael Schumacher il manager rompe il silenzio

Michael Schumacher

Finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di rompere il silenzio sulle condizioni di Michael Schumacher il grande campione di Formula 1 che dopo l’incidente non ha più potuto lavorare

Sono rari gli aggiornamenti sulla salute di Michael Schumacher. I suoi fan di sempre sperano di rivederlo prima o poi, ma la famiglia si è chiusa a riccio sulla sua salute. Il manager però ha detto finalmente la sua.

Michael Schumacher, le condizioni sulla salute

Il manager di Michael Schumacher in una recente intervista ha parlato del grande campione che con il suo talento nella formula uno ha emozionato il mondo. Finalmente un raro, seppur minimo, aggiornamento sulle condizioni del campione tedesco di adozione italiana.

Da quel maledetto incidente sulla pista da sci ha messo in pericolo la vita di Michael Schumacher, la famiglia del campione di Formula 1 non ha più voluto fornire aggiornamenti sulle sue condizioni di salute. Un modo per preservare il benessere del campione e la privacy della famiglia.

Il manager, le parole che i fan aspettavano

Ad interrompere la consuetudine sul silenzio stampa è stato il manager di Michael, Sabine Khem, in occasione della presentazione di una campagna pubblicitaria della fondazione ‘Keep Fighting‘ . Non poteva che scegliere il grande campione tedesco come testimonial la campagna. Schumacher a bordo della sua Ferrari è stato eletto come simbolo.

Spiegando della decisione della ‘Keep Fighting Foundation’ di rendere omaggio al pilota con uno splendido poster che lo raffigura a bordo di una monoposto targata Ferrari, in occasione della nuova campagna pubblicitaria per la raccolta fondi, Khem ha detto la sua sull’iniziartiva:

“Questo è un modo eccezionale di rendere omaggio all’iconica carriera di Michael, nonché un bellissimo poster”.

Sulle condizioni del campione tedesco, il manager ha ribadito che i dettagli non possono essere svelati. Si parlava di danni permanenti provocati dalla rovinosa caduta, soprattutto danni al cervello. Ma ancora nessuna conferma e smentita da parte della famiglia. Il manager rivela che ai fan e a chi stima il grande Schumacher deve bastare sapere che il pilota continua a lottare per la vita.

I fondatori dell’associazione non hanno potuto fare a meno di ringraziare i parenti di Schumacher per l’apporto dato in questi mesi, la fondazione è nata nel 2007 e il suo nome stato è stato proprio dato in onore del campione tedesco:

“Ho sempre pensato che tu non debba mai e poi mai arrenderti e che debba continuare a lottare (Keep Fighting) anche quando c’è solo un’insignificante opportunità”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!