Registrare la chitarra acustica – Editare le traccie

Chitarra Acustica Yamaha F310

Con programmi di editing fra i quali Cubase, Nuendo e non solo, si fanno veri miracoli in situazioni di riprese con evidenti errori di tempo e/o accordi e note sbagliate.
Tuttavia è sempre meglio risuonare correttamente la parte, piuttosto che intervenire con editing troppo invasivi.
Accade però che per una serie di motivi (magari perchè  in giro per una tournè), il musicista non può effettuare una seconda registrazione e quindi bisogna arrangiarsi col materiale audio a disposizione.

Editare una traccia di chitarra che presenta errori più o meno evidenti, è relativamente semplice per chi ne è capace; i risultati di molti tagli e spostamenti, sono per la maggior parte soddisfacenti.
Tuttavia ribadisco che se possibile, conviene sempre registrare nuovamente le parti errate.

Come per la voce, anche per la chitarra è possibile correggere l’intonazione di un solo; chiaramente come per il primo caso, parliamo di un solo con qualche lieve imperfezione.
Nel caso tentassimo di riparare ad un solo registrato con una chitarra pesantemente scordata, otterremmo pessimi risultati ed evidenti artefatti; come appunto accade, tentando di rimediare ad una voce palesemente stonata.

Autotune

I software per risolvere lievi problemi d’ intonazione, sono: Autotune, Melodyne, ecc.
Tuttavia affinchè tali software operino al meglio è necessario che processino singole note, prive di sovrapposizioni dovute ad code sonore di altre note.
In caso contrario i risultati saranno pressochè deludenti.

Buona musica e buona registrazione!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!