Domenica Live, la Marchesa D’Aragana: lo schiaffo in diretta a Signoretti – Foto

Marchesa

La Marchesa D’Aragona a Domenica Live ha dato il meglio di sè. Dopo gli insulti di Signoretti ha fatto il suo ingresso in studio lasciando tutti a bocca aperta

La Marchesa D’Aragona ha scatenato il caos in studio a Domenica Live: la conduttrice ha cercato di sedare i toni ma Signoretti era avvelenato e ha sputato tutto l’odio che celava dentro conto la Marchesa tutto insieme. Ecco cosa le ha detto.

La Marchesa D’Aragona in studio

La Marchesa D’Aragona non voleva entrare in studio. Sapeva che contro di lei c’era una ciurma agguerrita. Ma a difenderla c’ha provato a Barbara D’Urso. Ma la conduttrice non è riuscita ad evitare i toni duri. Anche quando si è parlato del fatto che la Marchesa è passato sopra la figlia della Monsè pur di avere più visibilità.

La Marchesa se l’è dovuta vedere con i suoi peggior nemici: Maria Monsè e Signoretti, suo ex datore di lavoro. La Marchesa è arrivata in Limousine. in un abito rosa chic che ha messo in risalto la sua presunta nobiltà.

Lo scontro in diretta

La bella Marchesa ha finalmente messo i puntini sulle i pareggiando i conti con chi l’ha sempre criticata e messa in dubbio. Ovviamente dopo il suo ingresso in studio i toni si sono subito scaldati. Signoretti ha messo in dubbio il suo passato, il suo presente e in generale tutta la sua vita.

Ha persino sottolineato che ad offendere i suoi genitori non è stato lui, bensì lei, sostenendo le loro nobili origini ed offendendone quelle umili. Insomma, la Marchesa sarebbe bugiarda e anche la memoria.

Insomma, lo scontro è entrato subito nel vivo. Daniela Del Secco contro tutti. Appena ne ha avuto la possibilità, Daniela ha praticamente schiaffeggiato a parole Signoretti, sostenendo che le sue parole sono per lei di un’indifferenza astrale.

Insomma, il personaggio se l’è costruito più che bene la Marchesa con tanto di macchina presidenziale. Ecco l’immagine mostrata dalla stessa conduttrice.

Ingresso della Marchesa a Cologno Monzese
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!