Un Medico in Famiglia 11, arrivano brutte notizie: parla Lino Banfi

Un Medico in Famiglia 11

Il popolare attore pugliese ha rilasciato una lunga intervista parlando della serie tv che lo ha reso celebre e il progetto col Carrisi

Senza ombra di dubbio una delle serie più amate degli italiani è Un Medico in Famiglia. La fiction con Lino Banfi, Milena Vukotic e Giulio Scarpati, però, non va in onda da un paio di anni facendo preoccupare i fan. Infatti quest’ultimi da tempo si domandano se i loro beniamini prima o poi torneranno in tv con l’undicesima stagione. Alcuni giorni fa ci ha pensato lo stesso Banfi ha chiarire alcune cose.

Un Medico in Famiglia 11: Lino Banfi svela che non c’è nessun segnale dalla Rai

In una recentissima intervista Lino Banfi ha rivelato che gli sarebbe piaciuto molto realizzare Un Medico in Famiglia 11. Ma stando alle sue parole i vertici di Viale Mazzini e la Publispei, casa di produzione, non hanno nessuna intenzione di farla.

“Dalla Rai non ho avuto nessun segnale. E’ un vero peccato”,

ha dichiarato l’artista pugliese. Un ‘affermazione che sicuramente non farà piacere a tutti i fan dello storico sceneggiato. Infatti in questi due anni in tanti hanno firmato delle petizioni per non far chiudere definitivamente la fiction di Rai Uno.

A quanto pare gli addetti a lavoro sono perplessi ne realizzare un sequel a causa degli ascolti poco esaltanti della decima stagione. Quindi il pubblico dovrà rassegnarsi di non vedere più sul piccolo schermo Nonno Libero e la famiglia Martini?

Lino Banfi e la nuova fiction con Albano Carrisi

E se ancora non si conosce il destino di Un Medico in Famiglia 11, Lino Banfi si sta dedicando ad altri progetti lavorativi. Infatti l’attore pugliese sarà protagonista ad un suo conterraneo anch’esso molto conosciuto.

Stiamo parlando di Albano Carrisi che, dopo tanti anni tornerà a recitare. Nella nuova fiction il Maestro e Banfi interpreteranno due proprietari terrieri confinanti e litiganti tra loro. Per il momento non è stato svelato il titolo dello sceneggiato Rai.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!