Vaccini anti-influenzali, l’avvertimento dell’Aifa: “Attenzione a fake news sui social”

Sindromi parainfluenzali

In tema di vaccinazioni anti-influenzali, l’Aifa (l’Agenzia italiana del farmaco) ha diramato un importante comunicato. Lo scopo è di mettere in guardia gli utenti circa la presenza di fake news in rete in tema di salute.

Il comunicato dell’Aifa sui vaccini anti-influenzali

Così si legge sul sito dell’Aifa:

“Circola in queste ore sui canali social (Facebook e Twitter), con chiaro intento allarmistico da parte di chi periodicamente la rilancia (specie durante la campagna di vaccinazione antinfluenzale) la notizia di un divieto di utilizzo di vaccini antinfluenzali da parte di AIFA”.

Tuttavia sempre l’Aifa precisa che:

“Gli articoli citati risalgono in realtà al 2014 e riportano notizie di decessi che in nessun caso sono stati correlati alla somministrazione dei vaccini, come è emerso dagli approfondimenti scientifici condotti in seguito dalle autorità nazionali ed europee”.

Per l’agenzia italiana del farmaco si tratta quindi di una notizia fuorviante che:

“che rischia di arrecare danno alla campagna di vaccinazione antinfluenzale in corso”.

infine l’Aifa sottolinea l’importanza della vaccinazione contro l’influenza stagionale, soprattutto per quanto riguarda alcune categorie a rischio, quali gli anziani e le persone di qualsiasi età affette da patologie pregresse che possono aumentare il rischio di complicanze in caso di influenza. Pertanto l’Aifa invita gli utenti a verificare l’attendibilità delle notizie e soprattutto a:

“A non lasciarsi condizionare da false notizie circolanti in rete”.

La vaccinazine antinfluenzale è disponibile già da metà ottobre. E’ importante distinguere l’influenza vera e propria dalle forme parainfluenzali. La prima si si contradistingue per la presenza di tre sintomi in contemporanea: febbre elevata, dolori muscolari e o articolari e sintomi respiratori, congestione nasale e mal di gola. Il raffreddore invece, altro tipico malanno stagionale, è una infezione respiratoria acuta.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!