Carlo Cracco e Antonino Cannavacciuolo: ecco quanto guadagnano i due chef stellati

Cracco e Cannavacciuolo

I due chef televisivi si trovano nella terza e quarta posizione della classifica dei guadagni più redditizi

Nonostante Carlo Cracco non ha recuperato la stella Michelin persa l’anno scorso, il popolare chef può vantare di un buon fatturato annuo con i suoi ristoranti. Stessa cosa il collega Antonino Cannavacciuolo che, in questa nuova edizione della Guida Michelin ha conquistato ben due stelle. Il cuoco napoletano si trova alla terza posizione della classifica degli chef che guadagnano di più. Cracco, invece, si trova un gradino più basso.

I guadagni degli chef stellati

Ad aumentare i profitti dei grandi chef italiano non sono però solo le pietanze servite al ristorante ma principalmente le attività collaterali: catering, consulenze, presenze tv, show cooking. Invitare uno chef stellato ad un evento può venire a costare da un minimo di 3 mila euro per uno speach e addirittura 50 mila euro per cucinare i suoi piatti.

I ricavi di Carlo Cracco e Antonino Cannavacciuolo

Il terzo posto della classifica con un fatturato di 9,9 milioni di euro è del giudice di Master Chef Antonino Cannavacciuolo. Il cuoco partenopeo da quest’anno ha ben quattro stelle, due nel suo storico ristorante sul Lago d’Orta e una ciascuna nei bistrot di Torino e Novara).

Al quarto posto troviamo l’altro chef televisivo Carlo Cracco. Quest’ultimo l’anno scorso ha intascato 8,1 milioni e ha incrementato la sua attività grazie alla consulenza per Lapo Elkann a Garage Italia e anche l’apertura del ristorante nella Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.
Ecco la classifica completa:

Classifica chef stellati
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!