“Mio figlio ha la Sindrome di Asperger”: da Caterina Balivo, la confessione choc in diretta

Vieni da me

Caterina Balivo ha lasciato tutti senza parole con la puntata di Vieni da Me andata in onda poche ore fa. Ecco cosa è emerso durante un’intervista

Una puntata davvero emozionante quella di Caterina Balivo. A Vieni da me l’intervista della presentatrice ha lasciato tutti senza parole. La conduttrice napoletana ha sorpreso tutti con un’intervista speciale dell’attrice di Un medico in famiglia, Sabrina Paravicini ha raccontato della malattia del figlio: “Ha la Sindrome di Asperger”

Sabrina Paravicini e la Sindrome di Asperger

L’infermiera di Un medico in famiglia, Sabrina Paravicini, ospite del programma Vieni da me condotto da Caterina Balivo, parla della malattia del figlio Nino. L’attrice riferisce nel corso della trasmissione che il figlio, oggi tredicenne, dall’età di tre anni è affetto da Sindrome di Asperger.

Tale Sindrome è considerata un disturbo pervasivo dello sviluppo, non presenta compromissione dell’intelligenza, della comprensione e dell’autonomia. E’ un disturbo dello sviluppo caratterizzato dalla presenza di difficoltà importanti nell’interazione sociale e da schemi limitati di interessi e di comportamento.

I primi segnali della malattia

Quando Nino aveva tre anni all’improvviso, racconta la mamma Sabrina, il bambino ha cominciato a non parlare più e non relazionarsi con i genitori e le altre persone. Questi sono stati i segnali che hanno fatto scattare l’allarme. Sabrina ha tempestivamente consultato psicologi e neuro psichiatri che hanno diagnosticato il problema.

Per dare attenzione al figlio, l’attrice ha deciso di mettere in secondo piano il suo lavoro. Oggi Nino ha 13 anni e sogna da grande di diventare regista e con Sabrina ha realizzato un film che parla della diversità. In questo progetto sono stati coinvolti anche lo scrittore Roberto Saviano, l’attore Fortunato Cerlino e l’astronauta Samantha Cristoforetti. Un grande in bocca la lupo a Nino e a sua madre che si è mostrata molto premurosa ed attenta ai bisogni del bambino.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!