Alvaro Vitali sbotta: ‘Mi hanno dimenticato e non riesco a vivere con la mia pensione’

L’attore comico rilascia una nuova intervista ad un noto portale

Alvaro Vitali è diventato popolare interpretando il personaggio Pierino, ma nel corso della sua carriera ha realizzato ben 150 film. Nonostante questo l’attore lamenta di essere stato dimenticato e rinnegato anche da suoi colleghi e che la sua pensione di circa mille euro al mese non gli basta. Recentemente ha rilasciato un’intervista parlando del suo malessere.

Alvaro Vitali si lamenta della sua pensione

Nonostante gran parte degli italiani riescono a stento a sopravvivere con 500 euro al mese. Alvaro Vitali si lamenta di non potere andare avanti con circa mille euro. Ma la colpa non è di nessuno ma solo sua.

Come ha più volte dichiarato, l’attore comico nel momento più alto della sua carriera, invece di fare la formichina e mettere da parte dei risparmi, ha speso quasi tutto. Alvaro ha dichiarato anche che la Rai gli avrebbe rubato l’idea di Don Matteo, fiction di grande successo con Terence Hill. Lui e la moglie avevano scritto una sceneggiatura e la serie si doveva chiamare Don Pierino.

Alvaro Vitali dice di essere stato rinnegato

Nel corso dell’intervista Alvaro Vitali ha manifestato tutto il suo rammarico per le scelte sbagliate fatte in passato, ma nello stesso tempo ha puntato il dito anche contro i produttori che non hanno più creduto in lui.

Nonostante sia stato scoperto da Fellini, l’attore romano sembra essere stato dimenticato da tutti. Poi Alvaro ha fatto una dichiarazione molto forte che riguarda un suo collega, Lino Banfi. A quanto pare quest’ultimo avrebbe rinnegato i film cult degli Anni 80. Quindi secondo Vitali avrebbe rinnegato pure lui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)