Addio a Robin Williams

L'11 agosto è scomparso il famoso attore americano Robin Williams

Robin Williams, celeberrimo attore americano, scompare a 63 anni.

Il corpo senza vita del popolarissimo attore statunitense Robin Williams è stato trovato ieri, 11 agosto, nella sua casa californiana. Nelle ultime ore si è parlato di possibile suicidio, ma le indagini sono ancora in corso.

Robin Williams: gli esordi in teatro e televisione

Figlio di un dirigente della Ford Motors e di una modella, dopo aver conseguito il diploma presso la prestigiosa Juilliard School di New York, Williams inizia la propria carriera di attore teatrale, salvo poi debuttare in televisione nella serie Mork & Mindy, accanto a Pam Dawber, interpretando tra il 1978 e il 1982 l’alieno Mork, ruolo che gli regala un’enorme notorietà.

Robin Williams:Il grande successo nel cinema

Tra i tanti personaggi portati sul grande schermo, forse sono 2 quelli che esemplificano al meglio il talento poliedrico di Williams: da un lato la simpaticissima Mrs Doubtfire, la bambinaia che tutti vorrebbero avere, dall’altro l’intenso professor John Keating de “L’attimo fuggente“, pellicola poetica e struggente, nella quale l’attore ha dimostrato di essere in grado di far vibrare le corde dell’anima, regalando un’interpretazione che resterà per sempre negli annali della storia del cinema.

In oltre 35 anni di carriera, Williams ha inanellato un successo dietro l’altro: ha appassionato i bambini di tutto il mondo vestendo i panni di Peter Pan, ha commosso con i ruoli di Patch Adams e L’uomo bicentenario ed ha anche portato a casa un Oscar al migliore attore non protagonista per “Will Hunting-Genio ribelle“, film del 1997 nel quale ha recitato accanto a Matt Damon.

Robin Williams: Una vita controversa, una morte poco chiara

Se nella vita professionale Robin Williams non ha quasi mai sbagliato un colpo, in quella privata l’attore è stato più volte sotto i riflettori per fatti negativi, dall’uso di droga negli anni ’80, alla relazione extraconiugale con la tata del suo figlio primogenito, diventata in seguito la sua seconda moglie.

Negli ultimi anni, Williams aveva avuto dei problemi cardiaci ma dopo un’operazione di sostituzione della valvola aortica, avvenuta nel marzo 2009, le cose si erano brillantemente risolte.

Nella tarda mattinata dell’11 agosto (ora statunitense), l’artista è stato trovato morto dai vigili del fuoco nella propria residenza di Tiburon e il medico legale sembra aver attribuito la causa della morte ad un’asfissia autoinflitta ma solo indagini più approfondite potranno appurare come stiano veramente le cose.

Al momento, l’unica cosa che possiamo fare è dare l’addio ad un grande attore, che con il suo innegabile talento resterà nel cuore dei suoi numerosissimi fans.

“Oh captain, my captain”, R.I.P!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
admin: