Paura per Filippo Roma, la ‘Iena’ in pericolo di vita: ecco cosa è successo

Filippo Roma

Filippo Roma è una delle Iene più famosa del programma di Italia Uno. Purtroppo, chi fa un lavoro di indagine e inchiesta ha dei rischi. Ecco cosa è successo

La scorsa settimana ‘Le Iene’ ha mandato in onda alcuni servizi di Filippo Roma in cui si denunciava il lavoro nero nell’azienda di famiglia del ministro dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali: Luigi di Maio.

Le minacce all’inviato delle iene Filippo Roma

In una recente intervista ai microfoni ‘Un giorno da Pecora’ su Rai Radio 1, l’inviato del programma di canale 5 Filippo Roma ha dichiarato che dopo la messa in onda dei suoi servizi è stato minacciato su internet.

Secondo quanto affermato da Filippo Roma molti sono state le minacce arrivare tramite i social come:

“Se ti incontro per strada ti ammazzo”.

Il vicepremier Di Maio

Filippo Roma ai microfoni di Rai Radio1 ha poi commentato l’intervista al vicepremier Luigi Di Maio e in particolare la sua reazione quando ha scoperto la notizia della denuncia di alcuni operai del lavoro nero nell’azienda di famiglia.

La ‘iena’ ha infatti dichiarato:

«Mi è parso deluso dal papà, nell’intervista è emersa questa cosa del padre e del figlio che non si parlavano, uno storia che affonda le radici in un passato molto lontano e profondo».

Filippo Roma ha ribadito dopo i servizi ha ricevuto una serie di minacce tramite i social:

«Sui social i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle mi hanno sfondato, riempiendomi di insulti di ogni tipo: da servo di Berlusconi e Renzi, a “se ti incontro per strada ti ammazzo” o “ti riempio di botte”».

La redazione de ‘Le Iene’ su Twitter ha scritto un messaggio di solidarietà nei confronti del giornalista:

“Tutta la nostra solidarietà a Filippo Roma, minacciato di morte dopo l’inchiesta con Marco Occhipinti sul caso Di Maio. Qualcuno abituato all’idea di zittire in qualsiasi modo chi fa il suo lavoro di dare notizie e informazione?”.

La redazione poi aggiunge:

“Il clima è grave e non parliamo solo del rischio terribile che si passi dalle parole ai fatti. C’è troppa gente che vuole zittire in ogni maniera chi fa il proprio lavoro di raccontare notizie”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!