Home Salute e benessere Influenza: rischio picco durante le festività di Natale e Capodanno

Influenza: rischio picco durante le festività di Natale e Capodanno

0
Influenza: rischio picco durante le festività di Natale e Capodanno

Il picco epidemico dell’influenza quest’anno è previsto proprio nel periodo compreso tra le maggiori festività, ovvero tra Natale e Capodanno. Insomma il rischio è che il virus influenzale a causa di questo picco tra dicembre e gennaio, possa rovinare le vacanze a molti italiani. In particolare queste previsoni emergono dagli ultimi dati pubblicati dall’Istituto superiore di sanità, che monitora l’andamento dell’epidemia influenzale.

Influenza: i dati dell’istituto Superiore di Sanità

In particolare nella settimana compresa tra il 26 novembre e il 2 dicembre scorso, 152mila persone sono state colpite dall‘influenza. In tutto risultano 647mila le persone che hanno contratto il virus influenzale da quando è iniziata la sorveglianza epidemiologica.

Stando a quanto si apprende, il livello di incidenza è pari a 2,52 casi per 1000 assistiti. Si tratta comunque di una soglia che risulta ancora al di sotto rispetto a quella che segna l’inizio del periodo epidemico, fissato a 2,74. Tuttavia nelle seguenti regioni, Piemonte, Lombardia, provincia autonoma di Trento, Toscana, Umbria, Abruzzo, Campania, Calabria e Sicilia, si è assistito al superamento della soglia epidemica nazionale.

Influenza: i più colpiti

Il virus dell’influenza ha colpito soprattutto i bambini di età compresa tra 0 e 4 anni, con 6,55 casi per 1000 assistiti. A seguire i bambini di età compresa tra i 5 e i 14 anni e gli adulti tra i 15 e i 64 anni. Gli anziani di età superiore ai 65 anni al momento invece risultano i meno colpiti dalla stagione influenzale con 1,27 casi per 1000 assistiti.

L’epidemiologo dell’Iss, Gianni Rezza, commenta così questi dati:

“Finora l’andamento dell’influenza è paragonabile a quello della passata stagione. Se dovesse rimanere così, è probabile che il picco arrivi tra dicembre e gennaio”.