Andrea Camilleri rimane senza casa: abbattuta dalle ruspe

Andrea Camilleri

L’abitazione d’infanzia dello scrittore siciliano non c’è più 

La casa di Andrea Camilleri è stata abbattuta sotto i colpi delle ruspe a causa del cedimento della parte centrale. Si tratta dell’abitazione dove lo scrittore che ha creato il Commissario Montalbano. Lì l’artista ha passato la sua adolescenza. L’ordinanza è partita dal Comune di Porto Empedocle che ne intimava la messa in sicurezza.

Inizialmente la struttura doveva diventare sede della Fondazione dedicata all’artista agrigentino. A causa dell’incuria e l’abbandono, essendo diventata un pericolo pubblico hanno deciso di raderla al suolo. Progetto mai concretizzato a causa della mancanza di fondi. (Continua dopo la foto)

Casa dello scrittore Andrea Camilleri

La casa di Andrea Camilleri abbattuta, parla il sindaco del comune siciliano 

Raggiunta al telefono dal Corriere della Sera, la sindaca di Porto Empedocle, Ida Carmina ha fatto delle forti dichiarazioni. Ecco cosa ha detto:

“L’intenzione è di ricostruire la casa. Non l’abbiamo tra l’altro abbattuta del tutto: è stata lasciata integra la facciata fino al primo piano proprio per conservarne la memoria”.

La vecchia casa di Andrea Camilleri, ricordata in molte sue opere letterarie, era un antico casale usato come residenza estiva. La struttura si trovava nella campagna nei dintorni di Porto Empedocle, un comune in provincia di Agrigento. L’abbattimento dell’immobile è stato velocizzato a causa delle cattive condizioni atmosferiche delle scorse settimane.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!