Elisabetta Canalis pubblica il video della figlia di 3 anni, i fan tuonano: ‘Non sa parlare…

Canalis

Elisabetta Canalis poche ore ha condiviso un post in cui si vede sua figlia, la sua bellissima Skyler Eva che gioca e racconta delle cose, il pubblico non ha potuto notare un dettaglio

Elisabetta Canalis pubblica il primo video della figlia Skyler Eva su Instagram. L’ex velina ha postato un video in cui si sente la vocina della figlioletta e commuove i suoi fans. Un video che fa impazzire il web.

Elisabetta Canalis pubblica il primo video della figlia Skyler

Skyler, la figlia di Elisabetta Canalis, avuta dal marito Brian Perri, è la protagonista di un simpatico video pubblicato dalla madre Elisabetta su Instagram. Nel video la figlia della Canalis interpreta la nonna di Cappuccetto Rosso e per la prima volta i fans della showgirl hanno modo di sentire la sua vocina.

Skyler nel video ha in mano un cestino e racconta la storia di Cappuccetto Rosso. Anche se il viso della piccina non è inquadrato per intero ,si sente la vocina in modo chiaro.

Il video che commuove il web

Il video pubblicato da Elisabetta Canalis su Instagram fa impazzire il web. La showgirl riesce a colpire il cuore dei fans postando su Instagram il video con la figlia nei panni della Nonna di Cappuccetto Rosso. La vocina di Skyler commuove i fans e le visualizzazioni del video sono tantissime,oltre 200.

La bimba seppur parlando in italiano si nota che ha un’accento anglosassone. Qualcuno ha criticato questo fatto sostenendo che è assurdo che la piccola non sappia parlare correttamente l’italiano.

Una grande interpretazione insomma della piccola Skyler che piace tanto ai fans della Canalis e intenerisce tutti. Un video dolcissimo. Non è la prima volta che Elisabetta pubblica dei post dedicati a sua figlia, nei quali, però, non mostra mai il suo volto per preservarne la privacy. Ecco lo splendido video della ragazza.

 

View this post on Instagram

La nonna di Cappuccetto è una di noi!

A post shared by Elisabetta Canalis (@littlecrumb_) on

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!