Beppe Vessicchio: ‘Amici? Lo trovo stanco, non produce più niente’

Beppe Vessicchio in una recente intervista ha fatto alcune dichiarazioni, non molto positive, su Amici di Maria De Filippi. Ecco che cosa ha detto il direttore d’orchestra.

Beppe Vessicchio: ‘Amici? Non produce più niente’

Il direttore d’orchestra Beppe Vessicchio ha rilasciato un’intervista a La Verità che è stata poi riportata da tutte le altre testate giornalistiche e blog di gossip. Il musicista ha commentato il talent show di Maria De Filippi, Amici, di cui ha anche fatto parte per alcuni anni.

Vessicchio, infatti, era presente nella prima edizione in cui il talent si chiamava “Saranno Famosi” e ha poi partecipato sporadicamente anche negli anni successivi, nelle prime selezioni, nei casting o nelle sfide. Ebbene, Beppe Vessicchio ha ricordato gli inizi del talent di successo, arrivato oggi alla diciottesima edizione:

Era il 2001 quando mi chiesero se potesse farmi piacere partecipare all’ipotesi di una scuola d’arte. Si parlava di personaggi con uno spessore culturale enorme.

Tuttavia, il direttore d’orchestra non ha parlato molto bene di come Amici è diventato. Ecco le sue parole a riguardo:

Amici non è più lo stesso di allora. In televisione, come dice Maria De Filippi, per resistere è necessario saper cambiare pelle. E Amici, in quanto a numeri, va bene. Solo, trovo sia un po’ di tempo che non produce più niente, che vive una sorta di stanchezza.

Amici, Beppe Vessicchio non è stato il solo a scagliarsi contro il programma

L’intervento, non proprio positivo, di Beppe Vessicchio non è stato l’unico. Recentemente anche altri due ex professori di Amici hanno in qualche modo rinnegato la loro esperienza nel talent. Si tratta di Steve La Chance e Boosta.

Il primo ha detto di essersi allontanato perché non più libero di fare alcune scelte, dal momento che, secondo lui, “tutto va in base a quello che vuole Maria”, mentre il secondo ha dichiarato di non andare molto d’accordo con i tempi televisivi perché la musica è altro.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!