Contro le infiammazioni estive, usa il cranberry (Mirtillo Rosso)

Cranberry
Cranberry

Il cranberry è una bacca rossa scuro, praticamente un mirtillo, la forma è tondeggiante, polpa densa e leggermente acidula, originario del Canada. Della famiglia delle ERICACEAE il suo nome scientifico è Vaccinium macrocarpon, comunemente chiamato Mirtillo Rosso.

Una pianta che assomiglia ad un viticcio, in cespugli alti al max una trentina di centimetri, viene coltivato in nord America (Canada) in terreni sabbiosi, i frutti si raccolgono in autunno quando raggiungono il massimo della maturazione.

Le sue qualità curative erano già note ai nativi americani (Pellerossa), che li utilizzavano con carne essiccata impastando il tutto, preparando il “pemmican”, un potente energetico ricostituente, molto utile per affrontare la stagione invernale. Usato anche in paesi Europei, dove si utilizza principalmente il succo per la preparazione di dolci e aperitivi.

Oltre ad essere buono e quindi piacevole da consumare, grazie ai suoi principi attivi, è molto utile per combattere, prevenire e curare le infezioni urinarie e dei tessuti molli quali le cistiti generalmente causate da infezioni batteriche. Queste infezioni possono raggiungere anche l’uretra, causando notevoli problemi quali bruciori fastidiosi e dolori all’altezza del pube.

Il mirtillo rosso o meglio il Crandberry contribuisce ad attaccare i batteri, creando una situazione in cui è più difficile l’adesione degli stessi alle superfici epiteliali della vescica. Utile anche per contrastare germi e batteri tipo l’helicobacter nello stomaco.

Le sue sostanze  benefiche sono:

Vitamina C, tannini, e flavonodi, che hanno un’attività antinfiammatoria e possono favorire la diuresi.

Ci sono poi le proantocianine tipo A che, come sopra citato, rendono più difficile se non impediscono, l’attacco dei batteri della mucosa e delle superfici epiteliali.

Per terminare troviamo acido citrico e malico, conosciuti come grandi depurativi delle urine.

Si consiglia di consumarne per almeno un mese. In trenta giorni svolge un’ottima attività preventiva/curativa. Da consumare in bacche o più facilmente reperibile in sciroppo. Da integrare con Yogurt (probiotici) per favorire il ripristino della flora intestinale, il tutto molto efficace per combattere cistiti, micosi e candida.

Reperibile nelle erboristerie, para-farmacie o negozi di prodotti biologici, nella versione sciroppo oppure capsule in gel. Si consiglia di diluirne circa 30 ml di succo puro in mezzo litro d’acqua, per consumarlo al mattino e alla sera possibilmente mezz’ora prima dei pasti od un ora dopo. Le capsule vanno invece assunte ai pasti, sempre 2 volte al giorno. Il tutto va ripetuto per almeno un mese, ma già dopo la prima settimana comincerete a goderne dei benefici.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!