Gerry Scotti, la confessione inaspettata sul suo lavoro: ‘Ho scoperto che…’

Gerry Scotti
Il racconto di Gerry Scotti

Il conduttore pavese a The Wall scopre una curiosità che lo riguarda

Nella puntata di The Wall andata in onda ieri pomeriggio su Canale 5, il conduttore Gerry Scotti è venuto a conoscenza di una simpatica curiosità. Nel dettaglio zio Gerry ha scoperto da quanto tempo lavora in televisione, ma contando i secondi. Una degli interrogativi finali dell’appuntamento trasmesso venerdì 15 dicembre è stato:

‘Per far passare un milione di secondi servono alcuni giorni. Ma quanto tempo serve per farne passare un miliardo?’.

Le opzioni a disposizione del concorrente erano ben quattro. 1 anno e 2 mesi; 2 anni e 2 mesi; 16 anni; 32 anni. La diretta interessata ha risposto 16 anni dando l’opzione sbagliata.

Gerry Scotti e l’aneddoto sulla sua carriera artistica

A quel punto Gerry Scotti ha dato la risposta esatta confessando anche una curiosità sulla sua carriera televisiva. Dopo che Michela ha risposto erroneamente all’interno della stanza isolata, il conduttore pavese ha detto a Claudio il seguente aneddoto:

“Quante cose si imparano guardando The Wall: io ho scoperto che faccio questo lavoro da un miliardo di secondi! 32 anni, un miliardo di secondi…”.

Il pubblico presente nello studio di The Wall sono rimasti stupiti convinti che il muro si colorasse di verde. Inoltre il padrone di casa ha detto anche questo:

“Michela doveva fare il calcolo che ho fatto anch’io quando ho gridato: adesso lo so! Perché sareste arrivati a 32 anni”.

The Wall di Gerry Scotti andrà in onda per tutte le feste natalizie

Intanto procede la programmazione di The Wall, il game show di Canale 5 che continuerà ad andare in onda fino all’Epifania. Infatti, stando al nuovo palinsesto dopo dovrebbe ritornare Avanti un altro con Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Mentre Caduta Liberà tornerà in onda a primavera inoltrata, ovvero a fine aprile. Gli ascolti del gioco delle sfere sta ottenendo un discreto successo di pubblico anche se fino ad oggi non ha ancora battuto L’Eredità di Flavio Insinna.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!