Le località più inquinate al mondo

atomica

Secondo numerose ricerche i luoghi più inquinati del nostro pianeta, sono tali a causa di disastri ambientali avvenuti nel passato. Le località sono situate in nazioni profondamente industrializzate; e ciò ci fa riflettere sull’importanza che ha l’ambiente e la natura per coloro che vedono il loro unico interesse nell’industrializzazione. Sono anni che sono stati ufficializzati i progetti per la bonifica di queste zone, ma il costo è alto e non si ritiene necessario porre rimedio agli errori del passato. Tutto ciò è molto significativo, le tecnologie per migliorare le aree ci sono ma vengono sapientemente ignorate o evitate.

La maggiore causa di questa contaminazione sono infatti le industrie chimiche, le centrali nucleari e le industrie petrolchimiche. Per esempio, vediamo nello specifico la cittadina più contaminata al mondo: Sumgayit, città dell’ Azerbaijan è una delle più inquinate. La stima di persone contaminate è di circa 250.000 unità e gli agenti contaminati sono stati il petrolio e il mercurio prodotti dalle vecchie industri chimiche dell’ ex unione-sovietica. Le malattie che affliggono la popolazione sono molte e frequenti anche a distanza di decenni dal disastro ecologico. A Sumgayit la percentuale di contrarre un tumore è attualmente più alta del 50% rispetto alla media nazionale; senza calcolare le malformazione e gli aborti spontanei dovuti ad anomalie genetiche.

Questi dati e queste stime ci devono portare a valutare i pregi e i difetti di una tale industrializzazione. Gli investimenti e la ricerca sono importanti ma ciò che più di ogni altra cosa deve essere preservata è la nostra salute; essa non ha valore ed è un diritto di tutti poterla mantenere salva.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!