La capitale italiana della birra? Torino!

Sabato 30 e domenica 31 agosto Torino diventerà la capitale della birra!

Torino è una città bellissima da visitare e allora perché non approfittare dell’ultimo week end di agosto per una gita fuori porta? Oltre a godere delle molte bellezze che Torino vi offre, vi troverete immersi in una bellissima festa, perché Piazzale Valdo Fusi, sabato 30 e domenica 31 agosto, farà ritornare il capoluogo piemontese indietro nel tempo, ai fasti in cui era la capitale italiana della birra artigianale. Non tutti sanno infatti che proprio a Torino nel lontano 1846, in Via della Consolata, venne aperta la prima fabbrica italiana di birra! Ma questo fu solo l’inizio, perché poco dopo ne venne aperta un’altra in zona Valdocco, fino ad arrivare al 1865 quando Torino aveva ben 114 birrerie, ecco perché venne definita come la capitale italiana della birra. Continuiamo con qualche piccola curiosità sulle birrerie torinesi dell’epoca per arrivare poi a parlare poi del programma di questo week end…

torino, capitale della birra

La caratteristica delle birrerie torinesi era che avevano dei bellissimi giardini, spazi per giocare a bocce e punto fondamentale non potevano mancare le avvenenti e formose cameriere, meglio conosciute come chellerine, erano un esercito di circa 700 prosperose bionde, che si spacciavano per tedesche, molte erano minorenni, per la gioia degli avventori delle birrerie, ma che verso la fine dell’800 provocarono duri scontri… madame e madamine, le signore e le signorine piemontesi, non gradivano questo spettacolo e a dar loro man forte arrivarono anche i giornali della città, la polemica arrivò a così alti livelli che la Camera fu costretta ad emanare un decreto legge che proibiva a tutte le birrerie di avere del personale di sesso femminile, se non ci si adeguava la birreria in questione avrebbe dovuto chiudere! L’indomani dell’emanazione del decreto, 109 birrerie di Torino dovettero chiudere… A dare il colpo di grazie alle birrerie artiginali della città fu l’avvento dell’industria agli inizi del ‘900, le buonissime birre artigianali torinesi,  vennero ben presto sostituite da una bibita gialla, frizzantina e che non assomigliava per niente a quella genuina e tradizionale nata nella seconda metà dell’800!

Ritorniamo ai giorni nostri e più precisamente a sabato 30 e domenica 31 agosto, quando Torino verrà invasa da “quaranta dei migliori artigiani italiani – per un totale di 160 etichette – che presenteranno i loro prodotti e racconteranno le loro storie”, tutto questo si terrà in Piazzale Valdo Fusi, che anche se non è Borgo San Donato, quartiere dove a fine ’800 diede i natali ad alcune delle migliori birre italiane, farà ritornare Torino “Capitale della Birra per due giorni”, ecco un estratto di un articolo della Stampa che racconta di questo evento: “…Intorno a «Open Baladin» saranno celebrati i 18 anni di birra artigianale italiana, anzi di «birra viva» come dice Teo Musso, l’anarchico del gusto che ha inventato il marchio «Baladin». «Sono felicissimo – spiega Musso – per quanto siamo riusciti a mettere insieme a Torino. Da quando abbiamo aperto avevamo in mente di creare un evento per restituire alla città il ruolo di capitale italiana della birra artigianale e ci siamo riusciti…” 

In queste due giornate di grande festa si potrà assistere ad uno spettacolo veramente unico ad opera di tutti i birrai presenti alla manifestazione, “… tutti insieme lavoreranno a una «cotta» pubblica, ovvero verrà realizzato dal vivo in piazzale Valdo Fusi il momento chiave per la nascita di una birra…”

Se parteciperete a questa bella festa, gli organizzatori fanno sapere che bisognerà ricordarsi questo mantra “…L’importante è assaggiare…”, non capite cosa questo possa significare? Ecco che ve lo spieghiamo subito: “…Bionde, stout, bianche o doppio malto le birre vengono celebrate in degustazione degne dei grandi vini ma danno il meglio quando vengono abbinate al cibo…”

Per tutte e due le giornate di sabato e domenica è prevista la partecipazione di una cuoca belga, che preparerà degli ottimi piatti,perfetti per essere accompagnati da un buon bicchiere di birra! Oltre alle specialità che preparerà la cuoca belga, Torino ospiterà anche cinque grandi cucine di strada! Le prelibatezze che potrete assaggiare saranno quelle preparate dal Consorzio della focaccia di Recco; il vostro palato sarà poi deliziato dallo gnocco fritto e dalla patata ripiena piemontese e ancora la bombetta della Valle di Itra, Puglia e il Lampredotto e la trippa fiorentina! Tutto questo non è un ottima ragione per passare l’ultimo week end di agosto nella bellissima Torino?

Un’altra grande iniziativa di questa bellissima manifestazione è nata da un’idea di Teo Musso, dovete sapere che Piazzale Valdo Fusi è da sempre la casa degli skater torinesi, non molto felici di vedere invaso il loro territorio da migliaia di turisti desiderosi di bere birra, ma come abbiamo anticipato Teo Musso è riuscito a mettere d’accordo tutti! “… Tutto nasce dalla straordinaria creatività degli skater – spiega Musso – ho dedicato al loro movimento una birra che si chiamerà “Pop” e l’etichetta l’hanno realizzata gli stessi che hanno reso così unico il piazzale. Ma non solo saranno grandi protagonisti di tutti gli eventi del prossimo fine settimana con corsi e contest dedicati ai ragazzi e ai bambini…”

Dunque riepiloghiamo un attimo tutto quello che potrete trovare alla due giorni della birra di Torino, in primis birra per tutti i gusti, ottimo cibo, spettacoli… ma manca qualcosa… come ogni festa che si rispetti ci deve essere della musica! Tranquilli, Torino capitale della birra sarà allietata dalla presenza di due Brass band che vi intratterranno con la loro musica fino a notte fonda! Ora non manca proprio niente a questa strepitosa manifestazione, bisogna solamente attendere l’apertura dei festeggiamenti.  Ricordatevi sabato 30 e domenica 31 agosto se non avete altri impegni andate a festeggiare a Torino.

Concludiamo il nostro articolo con un altro estratto dell’intervista a Teo Musso: “… Sarà una festa, un’occasione per celebrare una grande cultura italiana del gusto. Torino è una città chiave per il mondo del cibo e del vino e le origini della birra artigianale sono qui. Quindi questa due giorni sarà solo l’inizio…”

Se volete avere altre informazioni su questo evento basta che clicchiate sul seguente link http://www.baladin.it

torino 30 e 31 agosto capitale della birra

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!