Effetti dell’astinenza da alcool sul nostro cervello

astinenza da alcool
astinenza da alcool

L’astinenza da alcool non può essere sottovalutata; essa infatti rallenta letteralmente il cervello e molte delle sue funzionalità quali il ragionamento, la memoria e la capacità di imparare. Tutto ciò può sicuramente creare numerosi e gravi problemi all’interno della vita sentimentale e lavorativa. Una volta entrati in questa fase, ci si trova in una sorta di circolo vizioso; infatti, per permettere al cervello di riprendere la sua normale funzionalità, bisogna fornire nuovamente alcool.

Questo studio è stato svolto da un team di ricercatori provenienti da alcune delle più importanti università italiane, come quella di Sassari, Cagliari e Palermo. Ciò che però stupisce è che i risultati ottenuti sono stati pubblicati su una rivista degli Stati Uniti d’America specializzata in scoperte scientifiche; purtroppo l’Italia non viene presa in considerazione nemmeno da coloro che ci vivono.

Il sistema nervoso centrale, in collaborazione con quello periferico, acquisisce e riceve informazioni dall’ambiente in qualsiasi luogo e in qualsiasi situazione noi ci troviamo. Poiché le circostanze possono essere molto varie e complesse, il nostro cervello deve essere sempre pronto ad adattarsi; questa elasticità è possibile attraverso una corretta alimentazione e ad un’adeguata assunzione di vitamine e nutrienti che ci vengono forniti da cibi sani e salutari come frutta e verdura. Questo equilibrio viene spezzato a causa dell’astinenza che rende il cervello dipendente da una determinata sostanza.

Insomma, è come se il nostro sistema nervoso non fosse più concentrato su ciò che accade intorno a noi ma solo sulla mancanza della sostanza (in questo caso alcool) di cui è in astinenza.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!