La carezza riduce il dolore nei bambini: ecco perché

Carezza allevia dolore bambini

Accarezzare un bambino è un metodo utile per ridurre la sensazione di dolore. La carezza non è quindi solo la manifestazione di affetto per i nostri bambini, ma è anche un modo per ridurre il dolore. La scoperta si deve ai ricercatori della Università di Oxford e della John Moores University di Liverpool. Ma andiamo a considerare nello specifico cosa hanno scoperto gli autori di questo studio.

Carezze nei bambini hanno un effetto anti-dolorofico

I ricercatori, per studiare in che modo le carezze possano lenire il dolore dei bambini, hanno esaminato con un elettroencefalogramma (Eeg) l’attività cerebrale di 32 neonati nel corso di un esame del sangue. La metà dei bambini precedentemente l’esame, ha ricevuto una dose di carezze. In particolare i risultati dell’Eeg hanno permesso di osservare che questo gruppo mostrava il 40% in meno di risposta cerebrale al dolore rispetto ai neonati che invece non avevano ricevuto alcuna carezza.

Dallo studio è emerso che la carezza perfetta in grado di indurre una diminuzione del dolore, consiste nel movimento delicato della mano alla velocità di circa 3 centimeri al secondo sulla pelle di un neonato. Rebeccah Slater, autrice principale dela ricerca, così ha commentato:

“Il tatto sembra avere un potenziale analgesico senza il rischio di effetti collaterali”

Inoltre ha spiegato che:

“I genitori accarezzano istintivamente i loro bambini a questa velocità ottimale. Se riusciamo a capire meglio le basi neurobiologiche che offrono alcune tecniche, come il massaggio infantile, possiamo perfezionare i consigli da dare ai genitori su come supportare i loro figli”.

I ricercatori hanno spiegato che le carezze hanno questa sorta di effetto analgesico, in quanto vanno ad attivare fibre nervose sensoriali nella pelle, chiamate afferenti C-tattili, che riducono il dolore anche negli adulti, stando a quanto dimostrato da studi precedenti. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Current Biology.