La storia dell’uomo che ogni sera annusava i propri calzini sporchi: lo ricoverano per una infezione ai polmoni

Uomo annusa calzini sporchi ogni sera

Un uomo cinese di 37 anni è finito in ospedale dopo che ogni sera di ritorno dal lavoro si annusava i calzini sporchi. Il 37enne ha contratto una infezione ai polmoni. Ma andiamo ripercorrere questa vicenda che del surreale e del paradossale.

Il caso dell’uomo che odorava ogni sera le proprie calze

Peng è un uomo di 37 anni che coltiva una abitudine certamente fuori dalla norma: quando torna dal lavoro e smette gli abiti, e si toglie i calzini, invece che riporli nei panni sporchi, prova l’irresistibile impulso di portarseli al viso e di odorarli. Potrebbe quindi trattarsi di una forma di feticismo per quanto atipica.

Tuttavia da un po’ di tempo l’uomo ha iniziato ad accusare alcuni sintomi quali tosse, dolore al petto e difficoltà  a respirare. Peng decide quindi di andare farsi visitare in ospedale. I medici lo sottopongono a dei prelievi ematici per effettuare tutte le analisi del caso e ai raggi x. Gli esami evidenziano la presenza di una infezione ai polmoni che gli è stata procurata da funghi patogeni.

Le cause dell’infezione

Per i medici, l’infezione gli è stata accusata dalle spore fungine contenute nei calzini stessi. L’inalazione delle stesse le ha fatte penetrare in profondità nei polmoni, determinando l’infezione. Si tratta di un caso molto raro, in quanto per arrivare a situazioni del genere i calzini devono essere così sporchi da contenere una adeguata quantità di funghi. Inoltre una infezione ai polmoni causata da funghi potrebbe essere favorita anche da una condizione di immunodepressione.

Le infezioni causate dai funghi 

I funghi patogeni possono causare infezioni note come micosi polmonari. Il rischio è maggiore nei pazienti malati di Ads o affetti da patologie tumorali o sottoposti a chemioterapia. La terapia di base consiste nell’uso di farmaci anti-micotici.