Fabio Fazio cacciato dalla Rai, ecco chi prenderà il suo posto

Fabio Fazio
Fabio Fazio

Per il conduttore Fabio Fazio si mette veramente male secondi quanto si mormora sul web. A quanto pare, i vertici mirano a sostituirlo, ecco con chi

Il ‘‘Caso Fazio” è ancora tutt’altro che concluso. Second quanto si apprende dalle ultime indiscrezioni,il programma ”Che Tempo Che Fa”, condotto appunto da Fazio non ha dato i risultati sperati, in termini di share, e potrebbe presto essere spostato o sostituito.

Le polemiche verso Fazio e il suo programma

Fabio Fazio ed il suo programma ”Che Tempo Che Fa” sono da tempo al centro di una serie di polemiche. Infatti, agli scarsi risultati in termini di rating, si sono sommate le insinuazioni sull’inadeguatezza della fascia oraria nella quale va in onda il programma. Insinuazioni che arrivano dai piani alti della politica Italiana, lo conferma infatti Luigi Di Maio, Vicepremier e Ministro del lavoro, che ha affermato

«Da parte della Lega non ci sono né diktat né pressing sull’ ad Rai per spostare Che tempo che fa e, quindi, Fazio su Raitre – dice all’ Adnkronos -. A differenza del Pd di Renzi abbiamo scelto di non lottizzare la Rai e tanto meno di spogliarla. Ci chiediamo se in termini di contenuti e di share quel format abbia senso in quella fascia oraria sul primo canale della Rai. E molti di noi hanno parecchi dubbi».

Le polemiche sollevate dal vicepremier sono giunte fino in consiglio di amministrazione Rai. In particolare il consigliere Giampaolo Rossi, in merito a quello che ormai è stato definito il ”Caso Fazio” ha dichiarato

«Io ho sollevato la questione Fazio in Cda. Personalmente ritengo complesso intervenire sui palinsesti a stagione già avviata, mentre è un tema serio che la Rai deve porsi per la prossima stagione. Ad oggi, infatti – osserva Rossi.

Poi continua:

Che tempo che fa risulta essere un format che, rispetto alle aspettative, non raccoglie le performance previste procurando un calo di ascolti a Rai Uno con ricadute sull’intera filiera e cioè su Rai Due e Rai Tre, facendo perdere così alla Rai il vantaggio competitivo che aveva su quella fascia specifica del prime time della domenica con il diretto competitor e cioè Canale 5».

Il gelo con il direttore Rai e la possibile sostituzione.

A questa situazione, di per se già delicata, c’è da aggiungere che Fazio non è certo in buoni rapporti con Fabrizio Salini, Amministratore delegato Rai. Sembra infatti che i due non si siano mai incontrati per discutere di come affrontare le polemiche rivolte a Fazio ultimamente. Tutti questi fattori, fanno propendere per la possibilità di un radicale cambiamento nel palinsesto Rai.

Che tempo che fa potrebbe infatti esere spostato da Rai 1 o Rai 3. Altri invece hanno paventato la possibilità di una vera e propria sostituzione di Fazio, in questo frangente il sostituto che pare più probabile è Massimo Giletti, attualmente a contratto con La 7.
Resta poi da definire la questione dei compensi a Fazio: attualmente il Ligure gode di un contratto da 2,2 milioni di euro l’anno stipulato la Rai che ha scadenza 2020. Inoltre esite anche un contratto da 18 milioni l’anno con L’Officina, la società produttrice del programma di cui lo stesso conduttore è proprietario al 50%, a scadenza annuale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!