Rotolo variegato

Il piatto del giorno: rotolo variegato
Il piatto del giorno: rotolo variegato

Il rotolo variegato è un ricco secondo piatto di carne, comprendente, in realtà, vitello, uova e verdure. La preparazione è piuttosto lunga, il costo non è eccessivo ed è ideale servito con purè di patate e un bel bicchiere di vino rosso. Vediamo insieme come si realizza.

 

Ingredienti per 6-8 persone:

500-600 g di spalla di vitello in un’unica fetta

4 uova

1 cucchiaio colmo di parmigiano grattugiato

1 cipollina

400 g di spinaci

80 g di burro

1 bicchiere di vino bianco secco

1 tazza di brodo

2 cucchiai di olio

basilico fresco

1 cucchiaio di farina o pangrattato

2 spicchi di aglio

sale e pepe quanto basta

 

Preparazione:

Sbattere 3 uova, mescolarle al formaggio grattugiato e alla farina (o pangrattato), unendo anche la cipolla e un trito di basilico. Ungere una padella, farla scaldare bene e versarvi le uova sbattute. Lasciarle rapprendere su fiamma moderata, poi rivoltare la frittata e cuocerla anche dall’altro lato.

Mondare gli spinaci, lessarli, scolarli e tritarli, poi farli saltare in padella con il burro e con gli spicchi di aglio lasciati interi, che, alla fine, andranno eliminati. Infine, legarli con l’uovo rimasto.

Stendere sul piano di lavoro la fetta di carne. Batterla per assottigliarla e allargarla ancora un po’. Poggiarvi sopra la frittata, poi distribuire su questa gli spinaci. A questo punto, sollevando un lembo della fetta di carne, arrotolare il tutto molto strettamente e legare il rotolo ottenuto.

Rosolare il rotolo con l’olio e il resto del burro. Durante la cottura, rigiralo da tutte le parti affinché risulti dorato su tutta la superficie e ricoperto da una crosticina solida, quindi bagnarlo con il vino.

Dopo qualche minuto, abbassare la fiamma e aggiungere il brodo. Coprire e far cuocere a fuoco moderato per un’ora.

Alla fine, affettare il rotolo, dopo averlo slegato ancora tiepido. Servirlo con il fondo di cottura caldo.

 

L’appuntamento con la prossima ricetta è per domani; nel frattempo, vi ricordo che se volete restare sempre aggiornati con i miei piatti e i miei articoli di attualità e spettacolo, potete chiedermi l’amicizia cliccando qui, e se siete alla ricerca di idee gustose per i vostri amici intolleranti al glutine, potete seguirmi mettendo il vostro like qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!