Emma Marrone, l’omosessualità e il coming out: la cantante arrabbiata coi ministri

La cantante salentina si confessa nel salotto di Marco Marra su Rai Tre

Recentemente Emma Marrone è stata ospite in un programma televisivo e ha parlato di un argomento molto delicato. Intervistata da Marco Marra, a ‘La mia passione’ su Rai tre, la cantante salentina è tornata ad abbracciare la comunità LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) e si è scagliata contro la politica che ha ancora dei pregiudizi verso coloro amano persone dello stesso sesso.

Emma Marrone furiosa contro la politica

“Sono cresciuta in una famiglia in cui i miei mi hanno sempre detto, che tu torni a casa con un uomo o con una donna per noi non fa differenza, a noi importa se tu torni a casa felice”,

ha esordito in questo modo Emma Marrone durante la lunga intervista a ‘La mia passione’. La cantante pugliese, inoltre, ha affermato che purtroppo non tutti i giovani hanno la fortuna di crescere in famiglie così aperte mentalmente e sensibili. La salentina ha detto che porta avanti le sue battaglie per loro, per tutte quelle persone che non hanno la possibilità di esprimersi.

“Perché trovo assurdo che anche determinati ministri parlino dell’omosessualità come se fosse un problema, una malattia da sconfiggere. Credo che sia aberrante, anacronistico, mortificante per la nostra società, per l’essere umano in generale“,

ha dichiarato l’ex coach di Amici di Maria De Filippi.

Emma Marrone spera che le cose cambieranno

Emma Marrone è molto decisa su questo argomento e in ogni suo concerto lo affronta senza nessun imbarazzo.

“Il mio palco a volte diventa un momento da ‘comizio’. Perché è l’unico momento in cui davanti a me c’è una grande platea senza filtri, schermi, per parlare al mio pubblico giovane”,

ha detto la salentina che ha incoraggiato tutti i ragazzi a tenere duro perché prima o poi le cose dovranno cambiare.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!