Sformato di baccalà

Sformato di baccalà
Il piatto del giorno: sformato di baccalà

Lo sformato di baccalà è una ricetta versatile, che può fungere da secondo, da contorno o, volendo, anche da piatto unico. Vediamo insieme come si realizza.

 

Ingredienti per 6 persone:

500 g di baccalà già ammollato

200 g di funghi porcini freschi (o 30 g di secchi)

500 g di patate

1 carota

1 cipolla

1 costina di sedano

1 spicchio di aglio schiacciato

50 g di burro

50 g di farina bianca

2 uova leggermente sbattute

1/2 l di latte

1 cucchiaio e 1/2 di parmigiano grattugiato

1/2 cucchiaio di pane grattugiato

sale e pepe quanto basta

 

Tempo necessario: 1 ora di preparazione + 1 ora e 30′ di cottura

 

Preparazione:

Far lessare le patate in una casseruola con abbondante acqua salata. Lavare il baccalà, metterlo in una pentola con acqua fredda, incoperchiare il recipiente e portare ad ebollizione su fuoco medio; spegnere la fiamma e lasciar riposare così per dieci minuti. Scolare il baccalà e far raffreddare, quindi togliere la pelle e le spine, sbriciolarlo in scaglie e metterlo in una terrina.

Pulire la costina di sedano, la carota e la cipolla, affettare finemente queste 3 verdure e farle rosolare su fuoco medio per dieci minuti in un tegamino con dieci grammi di burro. Aggiungere due cucchiai di acqua, salare leggermente, incoperchiare e lasciare cuocere a fiamma bassa per altri quindici minuti circa.

Scolare intanto le patate, sbucciarle e passarle al passaverdure, raccogliendo la purea in una terrina. Passare anche le verdure rosolate e metterle insieme alle patate. Aggiungere sale, pepe, le uova sbattute, un cucchiaio di parmigiano e mescolare con cura, in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino bene.

Pulire i funghi freschi e affettarli non troppo sottilmente (se si usano quelli secchi, farli prima rinvenire in acqua tiepida). Mettere il latte in una casseruola e farlo bollire. Porre l’aglio in un tegamino con metà burro rimasto e, quando comincia a dorare, aggiungere i funghi; salare, pepare e far cuocere sempre a fuoco medio. Appena i funghi saranno cotti, togliere l’aglio, versare la farina a pioggia e, rigirando con il cucchiaio di legno, farla insaporire. Sempre mescolando aggiungere poco per volta il latte bollente, in modo da ottenere una salsa cremosa alla quale verrà unito, fuori dal fuoco, il baccalà.

Imburrare abbondantemente lo stampo, foderarlo con parte del composto di patate, tenendone da parte quanto basta per formare uno strato in superficie; versare il composto di baccalà e funghi, livellare in superficie e ricoprire con il passato di patate tenuto a parte.

Livellare nuovamente la superficie, cospargere con il burro rimasto a fiocchetti, spolverizzare di pane e parmigiano grattugiato e far cuocere in forno già caldo per circa un’ora.

Quando la preparazione avrà un bel colore dorato, toglierla dal forno e lasciarla riposare per dieci minuti, prima di rovesciarla sul piatto da portato e servirla.

 

Nel darvi appuntamento a domani con la prossima ricetta, vi ricordo che, se volete restare sempre aggiornati sui miei articoli, di cucina e non solo, potete chiedermi l’amicizia cliccando qui, e se cercate idee gustose per gli intolleranti al glutine, potete seguirmi mettendo il vostro like qui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!