Paola Turci choc: ‘Sono stata violentata da…

Paola Turci

Un racconto, quello di Paola Turci che ha fatto accapponare la pelle. La bellissima cantante, ha voluto raccontare tutto quello che le è successo a Belve

A Belve sul Nove, ospite di Francesca Fagnani, c’era la cantante Paola Turci, la quale ha parlato dei terribili abusi che ha subito da ragazzina. Una storia che ha lasciato tutti senza parole. La cantante, infatti, ha spiazzato perchè non aveva mai parlato prima di questa violenza.

Paola Turci e il racconto a Belve

Una Paola Turci inedita quella di Belve. Al noto programma televisivo, la cantante ha raccontato della violenza subito quando aveva solo 13 anni. Un caso sul quale non aveva mai aperto bocca:

“Avevo 13 anni. Se io tornassi indietro e sapessi di poter andare in un centro antiviolenza, in un posto dove mi ascoltano, mi proteggono e mi difendono, ci andrei subito”.

Dunque la Fagnani:

“Nel 2005 esce l’album Tra i fuochi in mezzo al cielo che contiene una canzone molto delicata Fiori di giardino che racconta un abuso sessuale. Le posso chiedere perché ha sentito l’esigenza di affrontare questo tema in una canzone?”

Ed è a questa domanda che Paola rivela la sua verità.

La verità di Paola Turci

La giornalista sprona la cantante a rivelare cosa c’è dietro ai suoi testi molto profondi e l Turci rivela:

“Perché in quel periodo facevo analisi, dico la verità eh, facevo analisi, e ho tirato fuori quello che avevo sepolto negli anni, insomma. E quella storia mi riguarda”.

Poi la giornalista si sbilancia e sottolinea:

“Sono dell’idea che chi canta, chi scrive, scrive di se stesso e quindi racconta quello che ha vissuto. Il perdono è applicabile a un evento come quello che l’ha toccata da bambina? Perdono anche verso a chi magari non si è accorto…”

Insomma, un evento che l’ha segnata tanto ma che in fondo spiega ancora meglio la sua sensibilità artistica. Una sensibilità che ha affascinato da sempre i suoi fan e che l’ha resa un esempio per tantissimi giovani che purtroppo, si abbattono dopo un forte dolore subito della stessa entità della conduttrice.