Perché scegliere un agriturismo in Toscana?

agriturismo toscana

Paesaggi meravigliosi, cucina squisita, benessere e relax immersi nella natura: ecco il segreto del successo dell’agriturismo in Toscana, modalità di viaggio che riscuote sempre più successo.

Alla ricerca di una vacanza che possa coniugare l’esigenza del relax con la possibilità di scappar via dalla routine quotidiana e dalle spiagge affollate? La soluzione è molto più semplice di quanto si possa pensare e si chiama “agriturismo”, ovvero quella particolare tipologia di vacanze che consente di alloggiare in un casolare o in una fattoria, completamente immersi nel verde, senza però rinunciare ad agi e comodità come wifi, bagni privati o spazi comuni in cui trascorrere piacevolmente la propria giornata.

Ma, soprattutto, si può scegliere una destinazione strategica, da cui partire per veloci escursioni nei dintorni. Non è un caso che la regina dell’agriturismo sia la Toscana, la regione che ha il maggior numero di strutture in tutta Italia: prenotando in una delle varie aziende, scegliendo quella più adatta alle proprie necessità (o quella che consente il maggior risparmio, se si trovano offerte promozionali), si può entrare in un mondo quasi incantato, fatto di natura, verde e relax, con morbide colline ricche di vigneti e di oliveti, la Maremma con i suoi scorci unici, senza dimenticare i Parchi e le riserve naturali, il litorale marittimo tirrenico e le straordinarie città d’arte come Firenze, Siena o Pisa.

toscana-agriturismo

Sempre più turisti scelgono questa soluzione, anche e soprattutto dall’estero, dove l’agriturismo (inteso come ambiente ricettivo) è visto una meta capace di coniugare gusto e cultura, valorizzando la filiera unica.

Altro aspetto da non sottovalutare è quello del relax: in un agriturismo in Toscana si potrà dire addio al rumore cittadino, ai clacson delle auto, al trambusto della vita di tutti i giorni… e anche all’afa sul bagnasciuga, alla sabbia bollente e alla ressa per un tuffo al mare! La pace e la tranquillità sono due caratteristiche decisive per chi vuole davvero staccare la spina e trascorrere una vacanza serena, riscoprendo il valore della natura e della vita “slow”, l’antico sapere agricolo, il contatto con gli animali da corte e il cinguettio degli uccellini, spesso unico suono che rompe il silenzio assoluto.

Ma questo non significa certo rinunciare a comodità o vivere in luoghi abbandonati, anzi, la scelta delle sistemazioni a disposizione è vasta: si può optare per soggiorni in interi casolari o preferire appartamenti indipendenti, oppure ancora vivere alla maniera antica nelle tradizionali camere in fattoria, che ormai comunque presentano quasi sempre un bagno privato oltre che vari altri tipi di servizi come il wifi gratuito in zone comuni, a costi accessibili anche grazie a offerte promozionali che consentono un buon risparmio, anche per vacanze last minute.

Il vero valore aggiunto dell’esperienza in agriturismo è probabilmente quello della degustazione dei prodotti tipici toscani, un incredibile insieme di ricette che mantengono intatte le tradizioni e gli usi locali, dando risalto alla qualità di questi cibi straordinari. Le campagne prolifiche di questa regione offrono infatti un’ampia e ricchissima selezione di frutta e verdura, mentre il mare assicura una straordinaria scelta di pesce, senza dimenticare le pregiate carni, l’olio eccellente estratto dalle sconfinate filiere di olivi, formaggi deliziosi… e ovviamente il vino, tra i più rinomati e apprezzati d’Italia e del mondo intero, come il Chianti, il Brunello e il Morellino.

Complessa semplicità, questa è  l’espressione che può descrivere al meglio la cucina toscana: piatti rustici, forse non scenografici come quelli della “nouvelle cuisine” ma di sicuro impatto sul palato, cosa più importante rispetto all’aspetto… niente decorazioni speciali, salse finemente elaborate o accostamenti di sapori inconsueti: qui si va sul tradizionale, da piatti di pasta con gustosi sughi di lepre o cinghiale a polenta con funghi freschi, dal coniglio al capretto arrosto fino alla immancabile ribollita, il tutto con la semplicità e la squisitezza che ha reso la gastronomia toscana popolare nel mondo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!