Provocano un ictus a Gerry Scotti solo per qualche click in più: ecco cosa è successo

scotti
Il vitalizio di Gerry Scotti

Gerry Scotti è uno dei conduttori più amati, sapere che la sua salute è in pericolo ha messo in allerta tutti i suoi fam, ma la notizia è una fake e a lanciarla è stata un sito spara bufale

Per fortuna Gerry Scotti sta benissimo. Il conduttore però ha rischiato di ‘avere un ictus’, un grave malore secondo un sito che cerca, in qualche modo si sopravvivere imitando e clonando un altro sito ben più famoso e serio, La Stampa.it.

Gerry Scotti e la bufala sulla sua salute

Ne hanno sparata una molto grossa. Gerry Scotti è stato dato per malato e addirittura in pericolo di vita da un sito che in qualche modo vuole ‘emulare’ La Stampa.it, si tratta del sito fake, LaStampaTV.it. E’ su questo sito, infatti, che è cominciata a circolare la notiza – per fortuna – falsa sulla salute del presentatore. Secondo l’articolo, Gerry Scotti si sarebbe sentito male durante il concerto di Natale tenutosi presso l’Aula Paolo VI in Vaticano.

Nella notizia, si legge che alle 2 e 10 della notte avrebbe accusato un malore mentre si trovava nel suo camerino e le sue condizioni sarebbero addirittura molto gravi. L’articolo parla nello specifico di un ictus ed è stato pubblicato il 24 dicembre, raccontando i fatti come se fossero veramente accaduti durante la Vigilia di Natale.

I rischi del sito e dell’articolista

Ovviamente, il sito che ha lanciato la notizia rischia grosso: innanzitutto la denuncia, sia da parte del sito autorevole che tenta malamente di imitare, La Stampa, sia dallo stesso conduttore che invece sta benissimo.

Tra l’altro, chi ha voluto creare la fake news, non ha tenuto conto del fatto che il concerto di Natale in Vaticano è stato sì trasmesso il 24 dicembre, ma è stato registrato il giorno 15. Le bufale su Gerry Scotti, circolano da tempo sui social. Notizie sulla sua morte circolavano già nel 2014 ed anche nel 2015. Il sito LaStampaTV.it, non è nuovo a questo tipo di notizie purtroppo. Già qualche tempo fa elaborò una news fallace su Nadia Toffa.

Il portale sfrutta la somiglianza nel nome e nella grafica con la testa ufficiale La Stampa, per attirare più click sulla fiducia dell’utente. Un sito clone e falso che ben presto verrà chiuso dalla autorità competenti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!