Gerry Scotti choc: “In un attimo ha affrontato due grandi dolori, poteva cadere in depressione…

scotti
Gerry Scotti e il divorzio dalla moglie

In una recente intervista, Gerry Scotti ha rivelato alcuni dei suoi problemi passati che l’hanno spinti quasi nel tunnel della depressione

Gerry Scotti si racconta in un intervista a ”La Stampa”. Durante l’intervista il conduttore televisivo ha parlato a lungo della sua carriera e dei suoi progetti futuri.

Progetti futuri per Gerry Scotti

Intervistato dal quotidiano La Stampa, Gerry Scotti ha parlato a lungo di se stesso, della sua carriera e dei suoi progetti futuri. Il re dei quiz di Canale ha le idee molto chiare riguardo al suo futuro lavorativo: non intende continuare a fare televisione ancora per molto tempo, almeno non dal solito lato della telecamera.

“Provo imbarazzo per alcuni “grandi della tv” che si lamentano, magari passati gli 80 anni, perché “non li fanno lavorare”.

Sono frasi che spero non dirò mai.-ha dichiarato infatti Gerry Scotti- Non accorgersi che il “tempo è finito” è un peccato grave. Prima o poi avvierò con mio figlio e alcuni collaboratori una casa di produzione per realizzare contenuti per la tv. Credo sia il modo giusto per dare la svolta a una carriera che sinceramente mi ha dato tantissimo”

Il grande Rimpianto di Gerry Scotti

Gerry Scotti è di sicuro uno dei conduttori televisivi più amati dagli Italiani. Il suo grande Carisma è innegabile e la sua simpatia contagiosa è certamente uno dei punti di forza che lo rendono insostituibile. Lavorativamente parlando, La carriera di Gerry Scotti è stata una continua ascesa. Per sua stessa ammissione, le soddisfazioni hanno sempre accompagnato il presentatore, che si è sempre detto più che felice della sua carriera.

Al quotidiano La Stampa, però, Scotti ha anche raccontato quella che egli stesso definisce la sua più grande delusione: il suo divorzio, che lo ha costretto poi a traslocare.

“Ci sono tre grandi dolori nella vita: la morte, il divorzio e il trasloco. In un attimo me ne sono successi due su tre. È stato un miracolo che non sia caduto in depressione“.

Il grande presentatore ha poi spiegato ai lettori di La Stampa come ha superato quel triste momento della sua vita.

“Devo dire grazie al mio lavoro perché essendo impegnato tutti i giorni con Passaparola, Il Milionario o tutte le cose che in quel frangente occupavano la mia vita, sono riuscito a non cadere nell’errore della commiserazione. Il lavoro è stato la stampella alla quale appoggiarmi. Certo, avrei voluto mantenere un buon rapporto con la madre di Edoardo ma non ci sono riuscito e non ne vado fiero. Avrei preferito diversamente”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!