Addio a MSN Messenger

MSN Messenger chiuso anche in Cina
MSN Messenger: il servizio di messaggistica istantanea chiude anche in Cina

Msn Messenger: dopo 15 anni di attività, il servizio di messaggistica istantanea chiude definitivamente i battenti

Microsoft Windows Live Messenger sarà disattivato in Cina nel mese di ottobre, dopo 15 anni di onorato servizio.

Originariamente conosciuto come MSN Messenger, il servizio è stato lanciato nel 1999, ma è stato chiuso per la maggior parte degli utenti nel 2013, dopo che Microsoft ha acquisito il controllo del concorrente Skype.

Gli utenti cinesi hanno continuato per qualche mese ad utilizzare il vecchio software, ma verranno trasferiti a Skype entro il 31 ottobre.

Msn Messenger: prima il successo, poi il declino

Nel 2009, Windows Live aveva ancora ben 330 milioni di utenti ma quel numero è man mano sceso mentre, sul fronte opposto, gli utilizzatori di Skype hanno raggiunto nel 2012 la quota di 300 milioni.

Il servizio era stato introdotto in Cina nel 2005 ma, in seguito, ha affrontato la concorrenza agguerrita dei rivali quali QQ Messenger, realizzato dall’azienda autoctona Tencent.

Secondo alcune fonti, un gran numero di utenti cinesi ha ricevuto in questi giorni una mail da parte di Microsoft che li ha informati della chiusura del Messenger e del fatto che otterranno gratuitamente il passaggio a Skype.

MSN Messenger aveva debuttato nel 1999 come semplice servizio di chat di testo, rivaleggiando con AOL Istant Messenger e ICQ e, più avanti, ha visto l’aggiunta di ulteriori funzioni, come l’invio di foto e la possibilità di effettuare video chiamate.

Ma l’acquisto di Skype da parte di Microsoft nel 2012 ha segnato l’inizio della fine del servizio.

MSN Messenger: il precursore del social networking

Dave Lee, giornalista della BBC scrive:

MSN Messenger è stato un pioniere, che ha insegnato ad  una generazione a scrivere senza guardare la tastiera e a “ridere di gusto” (LOL). Ha influenzato la vita di milioni di adolescenti che, in un momento nel quale non erano ancora esplosi i veri e propri social network, hanno in questo modo preso confidenza con l’interazione su internet. Il servizio ha indubbiamente segnato una nuova era!

Eppure, ad un certo punto, la promessa “I’ll BRB” (“I’ll be right back, tornerò presto”) non è stata più mantenuta dai fedeli seguaci di Messenger. In un’epoca di eccitante scoperta digitale, il servizio è diventato il giocattolo di legno del web.

MSN Messenger: la resa finale

E così, dopo una lunga carriera, MSN Messenger ha trascorso il suo ultimo anno godendo di una pensione confortevole in Cina e, adesso, si arrende definitivamente alla forza di Facebook, Twitter, Skype, Google + e Instagram.

Addio, dunque, ad una nave scuola che resterà nel cuore di molti.

 

Volete restare sempre aggiornati sui miei articoli di attualità, spettacolo e cucina? Allora chiedetemi l’amicizia, cliccando qui!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!