Desirée Maldera è diventata mamma: è nato Giancarlo

Desirée Maldera, ex tentatrice di Temptation Island, è diventata mamma. I dettagli della nascita del piccolo Giancarlo.

Desirée Maldera è diventata mamma: è nato Giancarlo

L’ex tentatrice di Temptation Island ha annunciato attraverso Instagram che è diventata mamma nella mattinata del 2 gennaio. Il piccolo Giancarlo è nato con parto cesareo. Desirée Maldera ha raccontato tutto a partire dalla serata del 1 gennaio in cui si è recata in ospedale. La ragazza ha ammesso di aver avuto ansia e paura, al contrario di come si mostra sui social, sempre molto spavalda. Quando è finito tutto, Desirée ha fatto due Instagram Story: nella prima c’era la foto del piccolino, nella seconda la scritta

è bello, forte e sta benissimo

Accanto a lei, ovviamente, il compagno Valerio, 33 anni.

Desirée Maldera: pioggia di critiche sui social

Già dalla sua partecipazione a Temptation Island, Desirée era stata criticata per il suo comportamento con Francesco Chiofalo. Dopo di che, l’astio social nei suoi confronti è aumentato per una serie di dichiarazioni che ha fatto mentre affrontava la gravidanza. Desirée lamentava di non poter fare ritocchi estetici o quant’altro portando in grembo un bambino. Inoltre, per giustificare la scelta del cesareo ha detto:

Non sopporto il dolore della ceretta, il parto proprio non fa per me

Inoltre, qualche settimana fa aveva affermato:

Sarà poco materno, ma non credo che amerà mio figlio più di quanto io ami mio marito

I commenti a queste dichiarazioni sono stati molti, alcuni utenti hanno anche pensato che questa gravidanza non fosse per nulla desiderata, ma Desirée ha risposto che è stato un bambino voluto. Negli ultimi giorni si è parlato di lei anche per quanto accaduto a Francesco Chiofalo. Quest’ultimo ha un tumore al cervello e deve affrontare una lunga operazione, la sua ex tentatrice ha dichiarato la sua vicinanza a quello che ormai per lei è diventato un grande amico e ha confessato di sentirlo e di voler stargli vicino qualora ne avesse bisogno.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!