I più gravi errori di chi usa un computer

Vi trovate nella vostra abitazione o in ufficio, dovete svolgere un compito importante e per farlo vi serve il computer, ma per accendersi impiega 5 minuti e ad ogni click l’attesa appare interminabile. Quale è la causa? A volte è colpa del Pc, forse troppo vecchio e pieno, ma troppo spesso sono gli utenti a comprometterne il veloce funzionamento. Ecco gli errori più comuni:

  • Polvere: I micro granelli di polvere rovinano il computer, si insinuano in ogni anfratto di esso e ne rallentano il funzionamento. Essa infatti, causa il malfunzionamento delle ventole di raffreddamento; se queste non svolgono il loro compito, l’hardware si surriscalda e viene rallentato. È perciò consigliabile smontare mensilmente la copertura in plastica del computer fisso per rimuovere la polvere. Se possedete invece un portatile, l’unica strategia per ovviare a questo problema è controllare periodicamente le griglie di sfogo delle ventole.
  • Cartelle inutili: Se avete il desktop pieno di cartelle inutili o delle quali potreste tranquillamente fare a meno, non esitate ad eliminarle definitivamente al dal cestino. È contro produttivo appesantire il computer con file obsoleti e inutilizzati.
  • Virus: Attraverso un corretto aggiornamento del firewall e dell’antivirus si può evitare che essi, entrando nel nostro PC, lo rallentino e che mettano in pericolo tutti i dati salvati su di esso.
  • Anti-virus: Esso protegge il vostro computer, ma è sufficiente installarne uno, se decidete di cambiarlo, assicuratevi prima di aver cancellato dalla lista programmi l’anti-virus vecchio.
  • Liberare la Ram: attraverso comodi e leggeri programmi gratuiti potrete eliminare tutti i file vecchi presenti nella Ram. Questo farà sì che il vostro PC non venga inutilmente rallentato da centinaia di file inutili.
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!