Donna in coma da oltre 14 partorisce: si indaga per stupro

Una donna che si trova in coma da oltre 14 anni ha partorito un bambino sano e perfettamente formato lo scorso 29 dicembre.

La donna era ricoverata nella struttura da oltre 14 anni, in stato vegetativo. Improvvisamente la scoperta della gestazione. Gravidanza che è stata portata a termine regolarmente, fino al parto in cui è venuto alla luce un bambino perfettamente sano.

A confermare l’episodio è la stessa struttura medica che si trova a circa 10 chilometri a sud di Phoenix e che fa parte dell’Hacienda HealtCare. Un portavoce incaricato di comunicare con i media ha affermato che è interesse dell’azienda sanitaria fare luce su quanto è successo e che la verità sull’accaduto non è lontana. Ha poi aggiunto che si tratta di un fatto senza precedenti e che non verrà lasciato da parte.

Il DNA smaschererà lo stupratore

Le indagini si concentrano, naturalmente, su tutto il personale maschile della struttura. Verrà eseguito un test del DNA al nascituro e quindi sarà comparato con quello di tutti i dipendenti di sesso maschile.

Si tratta senza ombra di dubbio di uno stupro e la prova certa è proprio il neonato. A riferire la notizia al pubblico è stata l’emittente KPHO-TV che è la filiale della CBS a Phoenix.

In attesa del risultato delle indagini di polizia, la struttura medica ha cambiato il protocollo e le regole interne, dal 29 dicembre è vietato l’ascesso al personale maschile o in alternativa, il personale maschile può entrare nei reparti femminili, solo se scortato da una accompagnatrice.

Di tutta questa triste storia, l’unica buona notizia è che il neonato è perfetto e gode di ottime condizioni di salute.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!