Uomini e Donne, Raffaella Mennoia snobba Sara Affi Fella

Raffaella Mennoia ha risposto alle tante persone che le chiedevano una replica all’intervista di Sara Affi Fella.

Sara Affi Fella, l’intervista su Chi

Dopo lo scandalo che l’ha coinvolta alcuni mesi fa, la tronista Sara Affi Fella che ha ingannato la redazione di Uomini e Donne ha chiesto scusa pubblicamente. La ragazza ha fatto sapere di essere pentita per tutto quello che ha fatto, ha mentito, ha usato il programma di Maria De Filippi per diventare famosa e guadagnare soldi.

In realtà non aveva mai lasciato il suo fidanzato Nicola Panico e non è mai stata interessata a conoscere nessun altro. Attraverso le pagine di Chi di Alfonso Signorini, ha chiesto perdono, ha detto di aver sofferto di anoressia e di essere seguita da uno psicologo. Poi l’appello disperato:

Non ho ucciso nessuno, fatemi tornare a vivere come una ragazza normale.

Ebbene, in molti stanno aspettando le reazioni di Maria De Filippi, di Luigi Mastroianni, di Nicola Panico, di tutte le persone che sono state coinvolte in questo grande inganno. Raffaella Mennoia, autrice di Uomini e Donne, ha detto qualcosa a riguardo.

Raffaella Mennoia snobba Sara Affi Fella

L’autrice del trono classico di Uomini e Donne, Raffaella Mennoia, ha fatto una Instagram Story in cui ha detto chiaramente:

Mi state chiedendo tutti la stessa cosa, cioè di replicare ad una certa intervista. Beh, no.

Una risposta molto chiara e diretta. Raffaella non ha avuto nessuna intenzione di replicare a quanto detto da Sara. Il motivo, tuttavia, è molto importante. Infatti, l’autrice continua così:

Oggi il mio pensiero va solamente a Francesco. Il resto non conta.

Francesco Chiofalo, infatti, ex partecipante di Temptation Island, ha dovuto subire un delicato intervento per un tumore al cervello. L’operazione sarebbe durata anche fino a 18 ore. Raffaella e tutte le persone coinvolte hanno preferito rivolgere le loro attenzioni a lui, invece che alle scuse di Sara Affi Fella. Ci saranno delle dichiarazioni in seguito? Non rimane che attendere i prossimi giorni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!